Quattro semplici consigli per viaggiare in Russia se non parlate la lingua del posto

Legion Media
Se non conoscete il russo, i vostri spostamenti potrebbero risultare più difficili del previsto. Ma non se seguirete queste semplici indicazioni!

1 Scaricate le principali app per il vostro viaggio
La prima cosa che dovrete fare per agevolare il vostro viaggio in Russia è scaricare sul vostro smartphone le principali app che vi aiuteranno a comunicare. Il modo più semplice per spostarsi a Mosca è in metropolitana. Affrettatevi quindi a scaricare la app della metro, disponibile in inglese, spagnolo, tedesco, portoghese, cinese e francese.

Se state programmando un giro turistico, provate la app Moscow Pass, che offre un tour gratuito sui bus turistici e l’ingresso gratis in alcuni musei. Se invece non volete utilizzare i mezzi di trasporto pubblico, optate allora per il taxi: potete scaricare le app di Gett Taxi (in inglese) e Yandex Taxi (disponibile in varie lingue). Queste applicazioni funzionano in tutta la Russia, anche nelle città minori: vi saranno quindi utilissime durante i vostri spostamenti in lungo e in largo per il paese! Vi permetteranno anche di risparmiare soldi, perché si tratta di servizi più economici rispetto ad altri servizi “offline”.
Se vi recate a San Pietroburgo, scaricatevi la guida della città Petersburg In Your Hand, che funziona anche offline. La app offre informazioni sui musei, sui negozi e i ristoranti, e comprende una mappa della metropolitana e del centro città.
Per pianificare i vostri itinerari, affidatevi a Yandex o a Google.Maps: cliccando sul luogo da voi cercato, vi appariranno diverse informazioni come gli orari di apertura e di chiusura, l’indirizzo, il numero di telefono, il sito web e le indicazioni stradali su come arrivare. Questi servizi funzionano in tutte le città russe.
2 Prenotate i vostri biglietti in anticipo

Desiderate provare l’ebbrezza di un viaggio a bordo di un treno russo? Allacciate le cinture e tenetevi pronti: lì quasi nessuno parlerà inglese! E una volta giunti nelle città di provincia, difficilmente riuscirete a comunicare se non sapete il russo. Per questo vi consigliamo di comprare i biglietti in anticipo, in modo da evitare spiacevoli imprevisti causati dalla barriera linguistica. Potete acquistare i ticket per i treni a lunga percorrenza su internet, sul sito delle Ferrovie russe. I biglietti per i treni regionali invece possono essere comprati nelle macchinette automatiche delle stazioni.
Se invece preferite viaggiare in aereo, allora affidatevi ai siti internet delle compagnie aeree russe come Aeroflot, S7, UTair, o la low cost Pobeda.
Se optate per l’automobile, potete utilizzare il servizio di Yandex.Navigator (in inglese, italiano, turco, e francese) per studiare il percorso più facile per arrivare a destinazione.
3 Usate l’inglese... oppure Google Translator

Mosca è di sicuro la città più “foreign-friendly” del paese, ovvero la città meglio attrezzata per accogliere i turisti stranieri. Tutte le fermate della metro vengono ora annunciate anche in inglese e la maggior parte dei cartelli stradali è accompagnata dalla traduzione.
Moltissimi expat infatti vivono da anni a Mosca nonostante non parlino nemmeno una parola di russo. E sembrano cavarsela abbastanza bene. Fra loro c’è Joshua Levy, inglese, impiegato di Sberbank, a Mosca da tre anni. “Ho notato che una persona su sette a Mosca parla inglese. E se non ho la fortuna di incrociare una persona che parla inglese, allora mi affido a Google Translator”, racconta.
4 Imparate qualche semplice frase in russo

I russi di solito sono molto ospitali e vi aiuteranno nei momenti di difficoltà. Potete chiedere aiuto cercando di farvi capire con il linguaggio dei gesti o affidandovi a qualche app di traduzione online. Ma di sicuro conquisterete i loro cuori se saprete almeno dire “per favore” in russo ("pozhaluysta") e ringraziarli nella loro lingua (“spasibo”).

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie