Omaggio alla stravaganza: i 15 monumenti più bizzarri che potete ammirare in Russia

A giudicare da queste statue, la fantasia non manca affatto! Dalla grattugia all’anguria, dalle lumache innamorate al clistere, nella patria dei Cremlini esistono dei monumenti davvero sorprendenti

1 L’uomo invisibile

Il primo monumento all’Uomo invisibile, il personaggio dell’omonimo romanzo di H. G. Wells, è apparso a Ekaterinburg nel 1999. Gli artisti Evgeniy Kasimov e Aleksandr Shaburov, membri del gruppo Blue Noses, lo hanno descritto come “un monumento alla tragedia della solitudine e dell’incomprensione... in un mondo in cui le persone comunicano solo sul Web”. È curioso il fatto che in inverno il monumento sotto la neve diventa invisibile.
2 Anguria

Questo cocomero gigante “cresce” in Siberia, vicino a Abakan (2.100 km da Mosca), dove le temperature invernali arrivano a -50 gradi. Ed è davvero sorprendente che in questa zona crescano i cocomeri: questa regione, ribattezzata “l’Italia siberiana”, vanta un microclima molto particolare che consente la nascita di angurie e ciliegie.
3 Tifoso di calcio

Questo monumento al tifoso è stato installato proprio all’interno dello stadio. Situata a Tomsk, la statua appare totalmente immersa nella partita, con i lacci delle scarpe slegati e la sigaretta che quasi cade dalla bocca. La figura è stata modellata sulla base di una fotografia risalente agli anni Cinquanta che ritrae un tifoso allo stadio.
4 Tubi dell’acqua

Questo bizzarro monumento, realizzato nel quartiere Mytishchi di Mosca, commemora il 200esimo anniversario del sistema idrico della capitale russa.
5 Famiglia in bicicletta

Questo monumento è stato progettato dallo scultore più strano di Mosca, Andrey Aseryants, autore di oltre dieci monumenti. Questa scultura è stata posizionata in un parco della capitale.
6 Doppio volto

Questo monumento è forse uno dei più difficili da trovare a Mosca: progettato da uno scultore sconosciuto, “Two faced” (doppio volto) si trova nel quartiere di lusso “Golden Mile”.
7 Lenin su quattro ruote

L’unico monumento “mobile” dedicato a Lenin si trova tra i binari della ferrovia vicino a Piazza Komsomolskaya. Creato dagli operai delle ferrovie nel 1925, il monumento doveva essere utilizzato per le riunioni comuniset nelle città e nei villaggi del paese dove non era ancora stata eretta una statua al leader della Rivoluzione. Lenin su questo piedistallo può addirittura ruotare di 360 gradi.
8 Monumento al formaggio

“Druzhba” è un formaggino sovietico molto famoso. Nel 2005 si è voluto rendergli omaggio con un monumento che ritrae la volpe e il corvo raccontati dallo scrittore russo Ivan Krylov che reggono in mano un pezzo di formaggio.
9 Lumache innamorate

Questo monumento è stato eretto nel distretto di Kurkino di Mosca nel 2006.
10 Vietato parlare con gli stranieri

Questo cartello è situato vicino agli Stagni del Patriarca di Mosca ed è un omaggio al romanzo “Il Maestro e Margherita” di Bulgakov.
11 Il clistere

L’assurdità di questo monumento potrebbe far venire i brividi lungo la schiena... L’unico monumento al mondo dedicato a un clistere si trova non lontano da Zheleznovodsk, un luogo famoso per i centri benessere e i sanatori.
12 Tastiera

Un altro capolavoro di Ekaterinburg è questo monumento alla tastiera del computer, creato nel 2005 e composto da lettere e simboli. Esistono anche dei progetti per costruire dei monumenti al mouse e al modem.
13 Il naso del maggiore Kovalyov

Questo monumento al naso del maggiore Kovalyov ricorda l’assurdo racconto di Nikolaj Gogol sul funzionario che un giorno si sveglia senza naso. Il naso è stato realizzato in marmo rosa proveniente dall’Ucraina, patria di Gogol.
14 Il signore in mutande

Se andate a Tomsk, non perdetevi questa “chicca”... Creato dallo scultore Oleg Kislitsky, il monumento rappresenta una figura in mutande appesa fuori dalla finestra dell’amante...
15 La grattugia

La città di Ekaterinburg si fa riconoscere per le tante menti creative che partoriscono monumenti come questo. Questa statua raffigurante una grattugia da cucina non è un monumento al mangiar sano, bensì è un “luogo di discussione”, come recita un’insegna affissa lì vicino. Sull’altro lato è raffigurato un cervello. Se la cosa vi sembra assurda e raccapricciante, è forse perché non conoscete l’espressione russa “tyorka” (grattugia), che indica anche “una discussione” generalmente molto accesa. Quindi, secondo gli artisti, questo monumento è un omaggio agli accesi dibattiti.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie