Mondiali di Calcio: tre gite fuori porta da fare a Kazan

Getty Images
Il Tatarstan è una terra caratterizzata da bellezze naturali senza paragoni. Se state programmando un viaggio a Kazan per seguire le partite della vostra squadra del cuore, non perdete l’occasione di visitare la cittadina di Bolghar, l’isola di Sviyazhsk e il Monastero Raifa

Quest’estate Kazan ospiterà sei partite della Coppa del Mondo di calcio: Francia-Australia (16 giugno), Iran-Spagna (20 giugno), Polonia-Colombia (24 giugno), Corea del Sud-Germania (27 giugno), oltre a un’altra partita il 30 giugno e i quarti di finale il 6 luglio.
La città è una delle destinazioni turistiche più interessanti della Russia, oltre che il cuore culturale del Tatarstan. E allora se state organizzando un viaggio a Kazan per seguire le partite, concedetevi qualche giorno per ammirare non solo le meraviglie che la città offre, ma anche le interessanti zone circostanti. Ecco la nostra guida.
1 Bolghar (130 km da Kazan)

Situata a sud di Kazan, sull’altra sponda del fiume Volga, Bolghar ospita una splendida moschea in pietra bianca. Bolghar è stata soprannominata “la Mecca del nord” e le mura della città risalgono al XIII secolo.
Qui è custodito il più grande Corano del mondo, impreziosito di giada, oro e argento. Bolghar è il luogo ideale per respirare le atmosfere autentiche della cultura tatara.
Potete raggiungere la città di Bolghar con il traghetto, che da Kazan vi condurrà a destinazione in poco più di un’ora attraverso un suggestivo percorso incorniciato da foreste e cieli azzurri. Il traghetto parte ogni giorno alle 8 da Kazan e costa 600 rubli (circa 8 euro). In alternativa potete andare in auto. Tempo di percorrenza, circa due ore e mezza.
2 Isola di Sviyazhsk (60 km da Kazan)

Questo piccolo villaggio è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’Unesco. Non è esattamente un’isola, bensì una penisola, collegata alla terra ferma attraverso una sottile lingua di terra. L’isola di Sviyazhsk è una delle attrazioni turistiche più curiose e pittoresche della Russia.
Questo tranquillo villaggio immerso nel verde, dove vivono solo 258 persone, è ricco di storia e caratterizzato da un’interessante architettura. La bellissima chiesa della Trinità in legno è l’unica testimonianza rimasta dell’epoca in cui questa penisola fungeva da fortezza per Ivan il Terribile, nel 1551 (fu costruita in sole quattro settimane). In questa zona troverete altre sette chiese e monasteri molto suggestivi.
Immerso nella natura, questo villaggio rappresenta un vero e proprio paradiso per chi sogna di prendersi una pausa dal traffico delle grandi città.
Sviyazhsk è facilmente accessibile. Il percorso più panoramico è quello sul Volga, con battelli che partono da Kazan e impiegano circa due ore. Costo del biglietto: 200 rubli (2,75 euro).
L’isola è anche raggiungibile in un’ora di elektrichka (treno suburbano) e ci sono autobus giornalieri che costano solo 170 rubli (2,35 euro).
3 Monastero Raifa (30 km da Kazan)

Situato nel cuore della Riserva Naturale del Volga-Kama, il più grande monastero del Tatarstan è un’oasi di serenità dove l’ecoturismo abbraccia l’architettura ortodossa.
Situato a ovest di Kazan, la visita di questo monastero sarà un’occasione per fare una bella passeggiata nel verde. Si affaccia infatti sul scintillante Lago Raifskoye.
Non ci sono treni che collegano Raifa a Kazan, ma potrete arrivare in autobus o auto. Il tragitto è di circa un’ora. In alternativa, prendete il bus 552 o 554, che partono dalla stazione Severny Vokzal sei volte al giorno. Costo del biglietto: 70 rubli (meno di un euro).

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie