Sakhalin, l’arte di strada che dà colore alla città

Art Sakhalin
Un nuovo collettivo artistico sta lavorando con la comunità e le autorità locali per abbellire le vie e rendere più distinguibili i quartieri, fino a prima molto simili tra loro

Art Sakhalin, una comunità di artisti dell’Isola di Sakhalin, nell’Estremo oriente russo, ha da poco deciso di sperimentare un nuovo tipo di street art, diventata immediatamente parte fondamentale della vita della comunità. Il loro progetto, infatti, è piaciuto fin da subito alla gente del posto.
A Sakhalin oggi si contano solo circa 13 artisti di strada e molti dei progetti realizzati sono frutto di un lavoro congiunto.
“La street art è una cosa nuova per la città di Sakhalin - ha spiegato a Russia Beyond il direttore artistico del progetto Aleksej Druzhinin -. È per questo che una simile espressione artistica sta suscitando molte reazioni e commenti, sia positivi sia negativi”.
Così come spiegano gli artisti, non c’è niente di volgare né cupo nei graffiti realizzati da Art Sakhalin, anzi! Il loro compito, hanno detto, è quello di sottolineare l’estetica e la bellezza dell’arte, senza tralasciare il significato concettuale dei propri disegni.
“Vogliamo solo rendere il mondo più bello. E in questo caso il nostro mondo è composto da Sakhalin e dalle Isole Curili”, ha detto Druzhinin.
Art Sakhalin realizza quindi progetti per condomini residenziali, concordano in anticipo le bozze dei disegni con i residenti e le autorità. Molti di questi graffiti non hanno solo una funzione decorativa, ma riflettono anche il nome delle strade e aiutano ad orientarsi in un luogo dove le vie sono molto simili tra loro.
Nel distretto suburbano di Dalnee di Yuzhno-Sakhalinsk, per esempio, ci sono diversi edifici e strade identici gli uni agli altri: i graffiti quindi renderebbero più distinguibili le varie zone.

La prima opera di Art Sakhalin è stata creata senza un’approvazione ufficiale preventiva. La frase del disegno richiama il famoso comandamento della Bibbia, “Ama il prossimo tuo come te stesso”, riconvertito in “Ama il tuo Dalnee”, con riferimento al nome del quartiere.

Un graffiti realizzato in via Moskovskaya (di Mosca): l’associazione naturale al nome della via ovviamente rimanda al Cremlino della capitale

La Crimea e Sakhalin non sembrano avere molte cose in comune, oltre al mare. Così gli artisti locali hanno deciso di rendere omaggio alla penisola dipingendo un faro e una ragazza marinaio, realizzati su un edificio di via Krymskaya (Crimea)

Il murales in via Alykh Roz (rosa scarlatta) è stato pensato con il disegno di un cosmonauta che tiene in mano una grande rosa e chiede se è ancora molto lontano dal quartiere di Dalnee.

Oltre ai loro lavori ufficiali, gli artisti si cimentano anche con graffiti fuori dal centro città. E questo è il risultato: il ritratto del famoso poeta Sergej Yesenin, accompagnato dal verso di una sua poesia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie