Scoprite le dieci città più antiche della Russia

Crocievia di civiltà, conquistate da vari popoli, nei secoli hanno cambiato nome e dominazione, conservando intatte fino ai giorni nostri storia e tradizioni

Smolensk - IX secolo

Le prime testimonianze relative a questa città risalgono all’anno 862 e parlano di Smolensk come del centro politico della tribù krivichi. Nel 882 la città finì sotto il potere del principe Oleg di Novgorod, entrando così a far parte dell’antico Stato russo: la Rus di Kiev. 

Murom - IX secolo

La principale città della tribù finnica muroma fu fondata sulle sponde del fiume Obi. Le prime testimonianze relative a questa città risalgono all’anno 862. Bastione orientale dell’antico Stato russo, Murom fu anche un grande centro per il commercio. 

Rostov Velikij – IX secolo 

Rostov Velikij (in italiano Rostov la Grande) fu fondata nei territorio della tribù meria ed entrò a far parte dello Stato russo nel IX secolo. All’epoca era una delle città più sviluppate e popolate del Paese. 

Velikij Novgorod – VIII secolo

Anche se Velikij Novgorod apparve nelle cronache per la prima volta nell’anno 859, le origini di questa città risalgono al secolo VIII. Fu il cuore dell’antico Stato russo fino all’882, quando la capitale fu trasferita a Kiev. 

Alushta – VI secolo

Fondata per volere dell’imperatore bizantino Giustiniano I nel VI secolo con il nome Aluston, la città si trasformò in un importante centro nella costa meridionale della penisola della Crimea. Ricevette il suo attuale nome Alushta nel XV secolo. 

Sudak – III secolo

Fondato dalla popolazione nomade degli Alani nell’anno 212, questo villaggio era inizialmente conosciuto come Sougdaia. Nel Medioevo venne dominata dai bizantini, dai mongoli e da tante altre popolazioni. Il nome attuale della città risale al dominio ottomano (XV-XVIII secolo). 

Evpatoriya – V secolo a.C. 

I coloni greci fondarono il villaggio di Kerkinitis nel V secolo a.C. ed era conosciuto come un importante centro per il commercio fino al II secolo a.C., quando venne distrutto dagli sciiti. Non esistono molte informazioni in merito alla vita di questa città nel Medioevo, quando fu fondata la roccaforte ottomana Gözleve. Il nome moderno della città le venne attribuito nel 1783. 

Feodosia – VI secolo a.C.

La città fu fondata dai greci nel Vi secolo a.C. Nal 355 a.C. entrò a far parte del Regno del Bosforo. Dopo essere stata devastata dagli Unni nel IV secolo, divenne un terreno di scontro tra l’impero bizantino e Khazar, fino a quando non cadde sotto il dominio mongolo. 

Derbent – VI secolo a.C.

Prima della riunificazione della Crimea con la Russia nel 2014, Derbent era considerata la più antica città del Paese. Si ritiene che questa città sia stata fondata nel VI secolo a.C., anche se la gente del posto è pronta a scommettere che abbia più di cinquemila anni! Derbent si trovava in un crocevia di civiltà e collegava il nord al sud, l’est all’ovest. Come parte dell’antico Stato dell’Albania caucasica, la città fu il centro della cristianizzazione del Caucaso, ma a partire dalla conquista del califfato Umayyad nell’VIII secolo, Derbent divenne la roccaforte dell’Islam in quella regione. 

Kerch – VII secolo a.C.

Kerch contende a Derbent il titolo di città più antica del Paese. Era l'antica Panticapaeum, fondata, circa nel VII secolo a.C. come colonia di Mileto. In epoche diverse fu capitale del Regno del Bosforo e del Regno del Ponto. Durante il Medioevo la città ha cambiato varie dominazioni e nomi.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond