Prossima fermata, Moscova! Sette stazioni metropolitane d’Europa ispirate alla Russia

Da Milano a Parigi, alcune delle sotterranee che rendono omaggio alla fratellanza con la Terra dei Cremlini

1 Stalingrad (Parigi)

La stazione Stalingrad è stata inaugurata nella capitale francese nel 1903 e all’epoca si chiamava Rue d'Aubervilliers. Il nuovo nome, scelto in onore dell’adiacente Piazza Stalingrado, le è stato assegnato nel 1946 per rendere omaggio ai sovietici nella battaglia di Stalingrado. 

2 Réaumur— Sébastopol (Parigi)

Aperta nel 1904, questa fermata ha assunto il nome attuale nel 1907. Situata in Boulevard de Sébastopol, fa riferimento all’assedio di Sebastopoli durante la guerra di Crimea (1853-1856). 

3 Crimée (Parigi)

Anche questa stazione, aperta nel 1910, si ispira alla guerra di Crimea. 

4 Moskauer Straße (Düsseldorf)

Dal 1992 Mosca è gemellata con la città tedesca di Düsseldorf. La stazione metropolitana, aperta nel 1993, in precedenza era chiamata U-Bahnhof Handelszentrum. Nel 2000 il sindaco della città Joachim Erwin ha deciso di chiamarla “U-Bahnhof Handelszentrum / Moskauer Straße”, inaugurandola con una cerimonia alla presenza del sindaco di Mosca Yurij Luzhkov. 

5 Alexanderplatz (Berlino)

Questa stazione prende il nome dall’omonima piazza di Berlino, voluta in onore dell’imperatore russo Alessandro I che fece visita alla città nel 1805. La stazione metropolitana è stata inaugurata nel 1913. 

6 Moscova (Milano)

Questa stazione è stata inaugurata nel 1978 e prende il nome della vicina strada che rende omaggio al fiume di Mosca. Non bisogna dimenticare che anche la metro di Mosca vanta una fermata intitolata alla capitale italiana: Rimskaya (romana). Nemmeno farlo apposta, entrambe si trovano sulla linea verde. 

7 Andel (Praga)

Questa fermata è stata aperta nel 1985 e inizialmente portava il nome di Moskevská (Mosca). È stata progettata da architetti cechi e sovietici. Anche la metro di Mosca ha una stazione dedicata alla Repubblica Ceca: Prazhskaya, anch’essa disegnata da architetti cechi e sovietici.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più
Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond