La classifica delle città russe dove si vive meglio (e Mosca non è al primo posto)

Stupisce che ad aprire l’elenco non ci siano né la capitale né San Pietroburgo

Qual è la città della Russia dove si vive meglio? A questa domanda ha cercato di rispondere l’Università finanziaria presso il Governo della Federazione Russa. La ricerca ha preso in considerazione una serie di fattori come la qualità dei servizi, lo sviluppo delle infrastrutture e la soddisfazione della popolazione locale. Ecco la classifica finale. 

10. Orenburg 

Questa città sul fiume Ural, a 1.480 km a sud est di Mosca, è famosa per gli scialli che vengono prodotti e per la sua posizione geografica al confine tra Europa e Asia. L’assistenza sanitaria, la qualità e lo sviluppo della rete stradale, oltre all’efficienza dei servizi comunali, la rendono un posto gradevole in cui vivere. 

9. Novosibirsk

Terza città russa per numero di abitanti, è una delle città più vivaci della Siberia, con 1,6 milioni di abitanti. Si tratta di un grande centro industriale affacciato sulle rive del fiume Ob, con numerose opportunità dal punto di vista turistico. 

8. Krasnoyarsk

Ecco un’altra importante città della Siberia conosciuta per le sue centrali idroelettriche e per i colorati impianti industriali. Fondata nel 1628 come avamposto di frontiera sul versante meridionale del fiume Enisej, oggi vanta una popolazione di oltre un milione di persone. 

7. Ekaterinburg 

Situata nella regione degli Urali, a 1.800 km da Mosca, è la quarta città della Russia per numero di abitanti. Qui si trovano numerose istituzioni educative ed è leader nazionale per il commercio al dettaglio. Vanta numerosi siti storici e offre un’ampia scelta di negozi e ristoranti. 

6. Chelyabinsk 

Conosciuta in tutto il mondo per il meteorite esploso nei suoi cieli nel 2013, questa città è stata fondata nel 1736 e, da quando è stata costruita la Transiberiana, è diventata un importante nodo ferroviario della regione. Durante la Grande guerra patriottica (Seconda guerra mondiale) nelle fabbriche locali vennero prodotti armi e carri armati. Oggi Chelyabinsk è un importante centro commerciale, culturale e sportivo. 

5. San Pietroburgo

Al quinto posto della classifica si posiziona la capitale culturale del Paese: San Pietroburgo. Le notti bianche, le intense attività culturali e i luoghi che sono stati testimoni della storia rendono la Venezia del Nord un posto particolarmente amato. Anche l’Unesco ha riconosciuto l’ineguagliabile bellezza di questa città. 

4. Krasnodar 

Questa città a 1.300 km da Mosca gode di un clima caldo e negli ultimi anni ha registrato una forte crescita in termini di tasso di natalità. Oggi qui si contano 1,3 milioni di abitanti.

È considerata una meta particolarmente attraente per via del clima caldo e soleggiato e per le numerose opportunità commerciali. 

3. Kazan 

Questa città a 800 km da Mosca offre uno dei più alti livelli di qualità della vita: secondo i risultati dello studio, il 96% degli intervistati si dice contento del proprio stile di vita a Kazan. Negli ultimi anni si è registrato un notevole sviluppo delle infrastrutture.

2. Mosca  

Seppur vicina alla vetta della classifica, la capitale russa si posiziona solamente al secondo posto. Per soddisfare le esigenze degli abitanti e accogliere gli ospiti che arrivano da fuori, Mosca negli ultimi anni ha rinnovato le proprie infrastrutture e le vie del centro. Secondo il sondaggio, il 70% dei residenti considera Mosca il luogo migliore dove vivere. 

1. Tyumen

Ed ecco il vincitore della classifica! Per due anni consecutive Tyumen è al primo posto nella lista delle città russe dove si vive meglio. È una delle città più antiche della Siberia e custodisce la maggior parte delle riserve russe di gas e petrolio. Si è aggiudicata il primo posto grazie ai servizi offerti, al livello di istruzione, alle infrastrutture e ai siti storici che si affiancano ai moderni centri commerciali.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie