I migliori locali di Mosca dove trovare un ottimo vino

LITRO
Se siete amanti dei buoni sapori e vi piace concedervi qualche aperitivo elegante, ecco le enoteche che fanno per voi: veri e propri paradisi del gusto, in pieno centro, dove assaggiare le migliori etichette del mondo

A Mosca sono sempre di più i locali che offrono un’ampia gamma di vini, pregiati e rinomati, provenienti dalle cantine di vari Paesi del mondo. Se avete voglia di assaporare un ottimo calice di vino, scegliete uno dei locali proposti dalla guida di Russia Beyond. 

Beer & Brut 

Una birra per i signori e uno spumante per le signore! Beer & Brut, in Ulitsa Pokrovka, è un pub gradevole che accontenta i gusti di tutti, sia che si parli di vino rosso, sia che si preferiscano i bianchi. La carta dei vini è stata creata dal sommelier Andrej Arbatov, una figura molto conosciuta tra gli esperti russi di questo settore. La sua filosofia è: offrire il meglio del meglio. E lo Champagne Nicolas Feuillate Sekt Markus Molitor o il Cava La Vida al Camp ne sono la dimostrazione! La qualità, poi, è accompagnata da prezzi accessibili e da succulenti piatti e stuzzichini che possono completare una cena o un aperitivo da dieci e lode. 

Khleb i vino 

Questa piccola catena di ristorazione vanta quattro locali nel centro di Mosca: in Ulitsa Marosejka, vicino agli Stagni del Patriarca, in Ulitsa Tverskaya e in Ulitsa 1905. Il nome si traduce semplicemente in “Pane e vino”: un concetto che riflette perfettamente lo spirito del locale.  In questa vinoteca infatti non sarà difficile trovare una buona bottiglia da portare a casa o, allo stesso prezzo, sedersi a un tavolino e godersi squisiti stuzzichini e poi insalate, zuppe, pasta, risotti, carne, pesce e molto altro. Il tutto in un ambiente giovanile e rilassato.

Vinni Bazar

L’idea di aprire un bar senza la carta dei vini, ma semplicemente con scaffali e mensole con le bottiglie in vista, è venuta a Evgeniya Kachalova nel 2014. Da allora il “Vinni Bazar” in Komsomolskij Prospekt è diventato un punto di riferimento per gli amanti del vino. Negli ultimi anni sono stati inaugurati in totale quattro “Vinni bazar” nel centro della capitale russa: in Komsomolskij Prospekt, in Nikitskij Boulevard, in Petrovskij Boulevard e in Ulitsa Bolshaya Sadovaya.

Lo chef della casa, Ilya Lustin, ha realizzato un menu ricco e variegato per accompagnare il succo di Bacco. L’ambiente, poi, è l’ideale per trascorrere qualche ora in buona compagnia. 

Prostye Veshi New Vintage 

A differenza degli altri ristoranti “Prostye Veshi”, quello “New Vintage” al civico 1 di Ulitsa Brestskaya, vicino alla stazione Belorusskaya, è un posto grandioso, nel vero e proprio senso della parola. Occupa due piani di un elegante palazzo, che lo rende un posto unico dove godersi un buon calice di vino. Il listino offre un’ampia scelta, a prezzi perlopiù molto ragionevoli. Da provare anche i cocktail, quasi tutti a base di vino spumante. 

Enoteca Magnum

Se decidete di provare questo locale, approfittate del fine settimana! Durante il weekend per il brunch qui viene servito Cava a 150 rubli e Prosecco a 250 rubli. Lo Champagne, udite udite, a soli 350 rubli! Esiste inoltre una pagina Facebook dedicata al locale dove ci si può aggiornare sulle varie promozioni e sugli eventi.

Litro

Questo nuovo ristorante italiano è stato inaugurato in Ulitsa Bolshaya Gruzinskaya, e il punto forte di questo locale è ovviamente il vino, che può essere ordinato in calici, bottiglie da un litro o da mezzo litro. La carta dei vini offre prodotti provenienti da moltissime regioni vinicole, dal Lussemburgo a Israele, passando per la Crimea. E i prezzi sono a dir poco ragionevoli. Ogni mercoledì poi si può ottenere uno sconto del 50% per un vino tematico che cambia ogni settimana. La domenica si possono trovare prodotti a metà prezzo.

Lavka Lavka

Anche se non si tratta di un bar specializzato in vino, Lavka Lavka offre buone etichette, soprattutto russe. Da provare anche i cocktail a base di “polugar”, un’antica bevanda alcolica russa.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale