Gudym, il villaggio fantasma che un tempo spaventava gli Stati Uniti

Questa base militare ha custodito a lungo missili Pioner RSD-10 pronti per essere utilizzati in qualsiasi momento. Oggi è un luogo abbandonato e difficile da raggiungere

Gudym, meglio conosciuto come Anadyr-1 o Magadan-11, era non solo un piccolo villaggio, ma anche una segreta base militare situata nella remota penisola della Chukotka, nell’Estremo oriente russo. Attualmente questo luogo ospita solo edifici abbandonati

Per anni il villaggio ha custodito missili Pioner RSD-10, pronti per essere utilizzati in qualsiasi momento. Si tratta di missili balistici di medio raggio con testate nucleari che potevano arrivare fino all’Alaska, allo stato di Washington, in California e in Dakota del Sud. Ma l’obiettivo principale era Kitsap, la terza base navale degli Stati Uniti, situata vicino Seattle

I missili non erano collocati in silos bensì in rampe di lancio trasportabili MAZ-547, protette da un battaglione di carri armati, infanteria e da un reggimento aereo

Secondo la leggenda, questo villaggio sarebbe stato fondato dopo che Khrushcev minacciò gli Stati Uniti con la frase: “Abbiamo dei missili anche in Chukotka”. Poco dopo, nel 1958, l’esercito stabilì lì una base

Questo villaggio era ufficialmente conosciuto come Anadyr-1. Ma tutti lo chiamavano Gudym, ovvero secondo il cognome del colonnello incaricato di costruire questo luogo. Quando lo ultimò, egli si suicidò con un colpo di pistola

I militari e le famiglie dei soldati che vivevano nelle rigide condizioni della Chukotka erano ben retribuiti. Anche durante i periodi di maggior crisi i negozi di Gudym non avevano problemi di rifornimenti

I bunker servivano a proteggere il luogo da possibili sabotatori e nel caso in cui ci fosse un attacco nemico

La base è rimasta operativa fino al 1987, quando il Trattato INF (Intermediate-Range Nuclear Forces Treaty) impose il ritiro di tutte le armi nucleari

Nel 2002 l’esercito abbandonò completamente questo luogo. La popolazione locale venne invece trasferita nelle città di Saratov e Engels, nella parte occidentale del Paese

Al giorno d’oggi non ci sono mezzi di trasporto pubblici che conducano in questi posti. È possibile arrivarci solo in auto o in taxi dal vicino villaggio di Ugulnie Kopi, vicino all’aeroporto di Anadyr. Ma viste le precarie condizioni del terreno, è preferibile spostarsi con un fuoristrada

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale