Mondiali 2018, aboliti i visti per un mese

Il campionato si svolgerà negli stadi di undici città della Federazione.

Il campionato si svolgerà negli stadi di undici città della Federazione.

: Maksim Bogodvid/RIA Novosti
I tifosi in possesso di un biglietto per le partite potranno recarsi in Russia senza documento di ingresso e restarvi per oltre 30 giorni. Gratis anche i servizi di trasporto nelle undici città che ospiteranno i match

Ai Mondiali di calcio del 2018 si va senza visto. La Duma di Stato russa (la camera bassa del parlamento) ha approvato in terza lettura il progetto di legge che consente ai tifosi in possesso del biglietto di una partita di entrare in Russia senza visto. Per l’entrata in vigore della normativa la legge dovrà essere approvata dal Consiglio della Federazione (la camera alta del parlamento) e firmata dal Presidente russo. Procedure di solito puramente formali. 

Grazie a questa normativa, gli stranieri in possesso di un biglietto per i Mondiali potranno stare in Russia oltre un mese per tutta la durata del Campionato, così come dieci giorni prima e dopo l’evento.

Sarà il passaporto dei tifosi, uno speciale Fan ID rilasciato dal Ministero russo delle Comunicazioni al momento dell’acquisto del biglietto, a permettere l’ingresso nel Paese senza visto. 

Dalla Russia assicurano che questo tipo di identificazione dei tifosi non solo semplificherà le procedure di controllo al confine, ma ridurrà anche il rischio di disordini durante i tornei. 

I visitatori in possesso di Fan ID potranno inoltre utilizzare in forma gratuita i servizi di trasporto urbano e interurbano delle 11 città che ospiteranno le partite dei Mondiali, che si svolgeranno dal 15 giugno al 14 luglio 2018.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta