Sochi, capitale della cultura

La dacia di Iosif Stalin (Foto: Lori / LegionMedia)

La dacia di Iosif Stalin (Foto: Lori / LegionMedia)

Dopo la sosta nei locali e la scoperta delle opportunità della notte, continua il viaggio di Russia Oggi a Sochi. E ora è il momento di immergersi nell’arte e nella storia, visitando le gallerie e i musei della città

La dimora estiva di Stalin. La casa museo della famiglia Bedrak. Le gesta militari e letterarie di Nikolaj Ostrovskij. Se Sochi è stata ridisegnata in vista delle Olimpiadi invernali del prossimo anno, il suo passato non è stata cancellato. Anzi. Luoghi crocevia della storia e i numerosi musei si preparano a far fronte alle richieste culturali che arriveranno dai turisti. Ecco, in sei tappe, il cammino per scoprire le radici della città.

La dacia di Iosif Stalin

Per ripercorrere le tracce della vita del politico più longevo del XX secolo, Iosif Stalin, non dovete perdervi la visita alla sua dacia. Una struttura che ha conservato l’aspetto e gli arredi originari dell’epoca del grande “padre di tutti i popoli”. Costruita nel 1936 da Iosif Vissarionovich, conserva alcuni oggetti personali della “grande Guida”: come le pellicole di Charlie Chaplin.

Inizialmente nel cortile era stata costruita, su progetto dell’architetto, una fontana. Ma prima dell’arrivo di Stalin, il capo della sicurezza, scorgendo quel monumento zampillante, aveva dato ordine di rimuoverlo perché il “ suo rumore avrebbe coperto i passi dei nemici”. E la fontana era stata così trasformata in un’aiuola.

Sochi, Kurortnyj prospekt, d. 120 area della stazione di villeggiatura “Zelenaja roshcha” (Il boschetto verde). Orario: aperta tutti i giorni 24 ore su 24, prezzo del biglietto: 300 rubli (9,30 dollari Usa/ 7,20 euro)

Il Museo della storia di Sochi (Foto: Lori / LegionMedia)

Museo della storia di Sochi

Il museo comprende 12 sale tematiche e occupa una superficie di 700 metri quadrati. Presenta una sezione archeologica e una raccolta di oggetti artistici e di uso quotidiano appartenuti alla popolazione della regione, oltre a documenti e materiali fotografici.

Sochi, i monumenti da fotografare

Viene qui illustrata la storia dell’unificazione in una sola città di più di cento etnie locali.  Il museo ospita anche una sala interamente dedicata allo spazio in cui viene ricostruito il volo di Jurij Gagarin. Sono disponibili audioguide in lingua inglese.

Sochi, ul. Vorovskogo, 54/11, Orario: dalle 9 alle 17.30; giorno di chiusura: lunedì. Prezzo del biglietto: adulti: 100 rubli (3,50 dollari Usa/2,50 euro); bambini: (1,60 dollari Usa/ 1,20 Euro)

Il Museo di Nikolaj Ostrovskij (Foto: Lori / LegionMedia)

Museo di Nikolaj Ostrovskij

Se desiderate conoscere la storia di Sochi in epoca sovietica sarete i benvenuti nel Museo di Nikolaj Ostrovskij, scrittore sovietico e combattente della Prima guerra mondiale. Proprio a Sochi Ostrovskij scrisse il suo famoso romanzo "Come fu temprato l’acciaio" su cui si sono formate intere generazioni di giovani sovietici. Grazie agli oggetti esposti - il letto, il tavolo, le sedie, le tende candide alle finestre, il samovar e le ciambelline, la lampada verde, il calamaio e la biblioteca di inestimabile valore dello scrittore – è qui perfettamente conservata l’irripetibile atmosfera degli anni Trenta del secolo scorso. È possibile vedere anche i manoscritti delle opere di Ostrovskij. Appena aperto il museo ha subito riscosso un grande successo tra i visitatori. Gli abitanti di Sochi hanno portato al museo vecchi grammofoni, fotografie d’epoca, cartoline augurali e altri oggetti simboli della vita quotidiana in epoca sovietica

Sochi, ul. Pavla Korchagina, 4   Orari: dalle 10.00 alle 17.30. Prezzo del biglietto: adulti: 50 rubli (1,60 dollari Usa/1,20 euro); bambini: 20 rubli (0,63 dollari Usa/0,5 euro). 

Lo speciale su Sochi 2014

Museo delle auto d’epoca

A 12 chilometri di distanza da Sochi, nel villaggio residenziale di Dagomys, ha sede un museo privato delle auto d’epoca. Il valore complessivo dei materiali esposti supera 1 milione di dollari. Il fondatore del museo ha acquistato le auto negli Stati Uniti e poi le ha restaurate a Sochi. La collezione del museo si arricchisce di continuo. Attualmente è possibile ammirare l’automobile di Stalin, Cadillac Vassal e Chevrolet del 1938, una Chajka sovietica, modelli dioldsmobile Dodge Dakota, Ford Isle, Saxon del 1916 e molte altre auto d’epoca.

Sochi, ul. Egorova, 1, parco “Riviera”,  Orario: dalle 9.00 alle 22.00. Prezzo del biglietto: adulti: 150 rubli (4,70 dollari Usa/3,60 Euro), bambini: 50 rubli (1,60 dollari Usa/1,20 euro). 

Nelle guide turistiche di Sochi, non mancherà il Museo delle Arti (Foto: Lori / LegionMedia)

Museo della famiglia Bedrak

I Bedrak sono una famiglia di artisti, attiva nel campo delle arti applicate, e la loro casa è un vero museo atelier. La famiglia ha raccolto qui un’immensa collezione di opere che comprende acquerelli, grafica, pittura. A riscuotere successo tra i visitatori sono soprattutto le matrioshke russe, i “sempre in piedi”, le uova pasquali e le scatole e le spille laccate. Souvenir ambiti da tutti i visitatori.

Sochi, ul. Platanovaja, 15 Orario: dalle 9.00 alle 21.00. Prezzo del biglietto: adulti: 100 rubli (3,10 dollari Usa /2,40 euro); bambini: 30 rubli (1 dollaro Usa/0,7 Euro). +7 (8622) 65-12-42, 8-918-613-54-56

L'ingresso del Museo Ostrovskij (Foto: Lori / LegionMedia)

Memoriale della gloria militare

Secondo un’antica consuetudine a Sochi ogni corteo nuziale comincia il suo percorso famigliare dalla visita al Memoriale della gloria militare. Qui sono sepolti i soldati della Seconda guerra mondiale. Il Memoriale è stato costruito nel 1985 per ricordare il quarantennale della Vittoria. Anche qui arde la fiamma eterna, ma per vederla bisogna inerpicarsi sulla scala più lunga della città.

Regione centrale di Sochi, microquartiere Zavokzalnyj. Ingresso libero

Tra le varie visite ai musei, ci si può rilassare nelle aree verdi della città. In una di queste sorge l'Albero dell'Amicizia di Sochi (Foto: Lori / LegionMedia)

Guide turistiche

Se avete bisogno di una guida che vi faccia da interprete, potete rivolgervi a uno degli uffici turistici della città. La tariffa di una guida che parla inglese partirà dagli 800 rubli all’ora (circa 25 dollari Usa/19 euro). Se vi rivolgete a un’agenzia e non a una guida privata, il prezzo aumenterà, ma le possibilità di trovare una guida libera saranno di più.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta