Le Feste di Capodanno in vetrina: come venivano addobbati i grandi magazzini in epoca sovietica

L’ultimo dell’anno è diventato la ricorrenza più sentita proprio durante il periodo sovietico: le autorità dell’epoca infatti favorirono gli addobbi nei negozi e lungo le strade, incentivando la caccia ai regali

Bancarella con giocattoli di Natale, 1949

I grandi magazzini GUM in Piazza Rossa a Mosca illuminati per le Feste, 1949

Albero di Natale nei grandi magazzini GUM, anni ‘50 

Decorazioni natalizie nel grande magazzino “Il mondo dei bambini”, 1950

Una ragazzina osserva la vetrina del grande magazzino “Il mondo dei bambini”, Mosca, 1967

Bambini davanti a una vetrina addobbata per le Feste di Capodanno, 1971

Grande magazzino “Il mondo dei bambini”, Capodanno 1972

Regali nel grande magazzino “Il mondo dei bambini”, 1972

Il grande magazzino “Il mondo dei bambini”, 1972

La Vecchia Arbat di Mosca vestita a festa nei giorni che precedono Capodanno, 1986

La Vecchia Arbat addobbata per le Feste di Capodanno, 1987

Alberi di Natale vicino all’ingresso del grande magazzino “Il mondo dei bambini”, 1987

Scaffali vuoti e il cartello “Felice Anno Nuovo 1990”

I primi Lego esposti nelle vetrine dei grandi magazzini GUM, 1991



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie