Gli anni ‘20 in URSS furono un periodo di creativa follia: queste foto lo dimostrano

I primi anni del potere sovietico si rivelarono una parentesi di apparente e grande libertà: fu il periodo delle Avanguardie, di coraggiosi esperimenti teatrali, dell’amore libero, di sessioni di nudo e di folli sfilate

I primi anni del potere sovietico hanno rivelato un livello di libertà apparentemente enorme nel paese. Era un periodo di sperimentazione artistica e creativa. 

La Sinjaja bluza, la Blusa blu, era un collettivo del teatro agit-prop (il teatro di propaganda sovietica), attivo nei primi anni dell'Unione Sovietica. Nella foto, i costumi di scena dello spettacolo “Metropolitan”

Lilya Brik, sex symbol dell'avanguardia sovietica, musa del poeta Vladimir Mayakovskij

Studenti di Aleksandr Rodchenko al Vkhutemas (un istituto superiore d'arte di stato russo che fiorì a Mosca tra il 1920 e il 1927)

Mostra di giovani artisti

Il fotografo di culto Aleksandr Rodchenko danza vestito con i tessuti disegnati da Varvara Stepanova

Una spiaggia per nudisti nel centro di Mosca, 1928

Vladimir Tatlin progetta il Monumento alla Terza Internazionale (più comunemente noto come Torre di Tatlin)

Il modellino della Torre di Tatlin esposto a Leningrado (oggi San Pietroburgo)

La famosa ballerina Isadora Duncan durante una performance di danza moderna in Russia

Osip Brik sulla copertina della rivista d'arte LEF

Promozione del film “La Corazzata Potemkin”

Manifestazione di orfanelli e pionieri

Gruppo di contadini durante una sessione di esercizi mattutini in un sanatorio costruito nell’ex palazzo reale

Uno degli spettacoli teatrali sperimentali di Vsevolod Meyerkhold

Meeting d’artisti in una foresta

Pionieri celebrano l'anniversario della loro organizzazione

“Arte in movimento”, studio di danza, Vera Maya

La scuola di Inna Bystrinina per la danza plastica

Dimostrazione

L'attrice Margarita Cherdynina

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie