Donne e motori: ecco com’erano le pubblicità delle auto sovietiche

Nel mercato automobilistico dell’URSS le campagne pubblicitarie erano quasi del tutto irrilevanti, visto che i cittadini, per ottenere una macchina, dovevano sottomettersi a lunghe liste d’attesa. Nonostante ciò lo Stato ha realizzato varie pubblicità, destinate soprattutto ai modelli di esportazione

Zaporozhets

Automobile ZAZ-966 della Fabbrica di automobili “Zaporozhets”, 1970. La prima automobile di questa serie venne presentata nel 1960. Nata con l'intento di essere l'autovettura della motorizzazione di massa dell'RSS Ucraina, la 965 era fortemente ispirata all'italiana Fiat 600

Campagna pubblicitaria dell’auto ZAZ-965, 1960-1963

Campagna pubblicitaria dell’auto ZAZ-966В, destinata al mercato estero

Campagna pubblicitaria dell’auto ZAZ-966В, 1966-1972

Pubblicità della Zaporozhets ZAZ-968

***

VAZ

Campagna pubblicitaria della VAZ-2101 “Zhigulì”, il primo modello della fabbrica Volzhskij Avtomobilnyj Zavod, conosciuto anche con il nome di “kopejka”

VAZ 2101

La pubblicità della Zhigulì-2102 con carrozzeria station wagon

La berlina VAZ-2103 è stata progettata a immagine e somiglianza della Fiat 124. La vettura veniva esportata con il nome di Lada-1500

Annuncio pubblicitario della Lada-110 (AKA VAZ-21012) destinato ai consumatori del Regno Unito

Annuncio pubblicitario della VAZ-2121 Lada "Niva", che ha segnato la storia dell’industria automobilistica

Lada Niva

Annuncio pubblicitario della VAZ-2109 “Sputnik”, messa in vendita per la prima volta nel 1987

***

Moskvich

L’utilitaria sovietica "Moskvich-408", prodotta a Mosca nello stabilimento di MZMA (AZLK) tra settembre 1964 e dicembre 1975

Pubblicità della "Moskvich-408", 1964

Pubblicità della "Moskvich-408", 1964

***

GAZ (Volga)

Autovettura “Volga” GAZ-24. Fabbrica di automobili di Gorkij

La pubblicità della GAZ-21К “Volga” per il mercato tedesco

La pubblicità della GAZ-24 Volga

GAZ-24 Volga



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie