Il termine "bistrot" e la fine di un mito: la parola francese non ha origini russe

Getty Images
Si dice che sarebbe stata coniata dal termine russo “bỳstro” (veloce), urlato dagli ufficiali dello zar irritati per la lentezza dei camerieri francesi nelle taverne di Parigi. Vi spieghiamo perché questa diffusa teoria, in realtà, non ha alcun fondamento

Un bistrot, nel senso parigino del termine, è un piccolo locale accogliente che serve pasti semplici e bevande a buon mercato. 

Secondo una leggenda, questa parola francese avrebbe origini russe: si narra che nel 1814, quando le truppe dello zar seguirono Napoleone in Francia e presero Parigi, molti ufficiali russi erano soliti mangiare nei caffè e nelle mense della capitale francese. Irritati dalla lentezza dei camerieri, i russi gridavano "быстро!" (bỳstro, “veloce”). Secondo la leggenda, i francesi avrebbero preso in prestito la parola russa e l’avrebbero riadattata per le loro taverne. 

Nel 1964 in Place du Tertre, una pittoresca piazza alberata ubicata nel XVIII arrondissement di Parigi, nel quartiere di Montmartre, i Servizi di informazione turistica della Vecchia Montmartre esposero una targa nella quale ancora oggi si legge che la parola “bistrot” è stata coniata proprio in questo luogo. 

Ma c’è un solo piccolo problema: questa storiella, in realtà, non è che una leggenda. E vi spieghiamo perché.

Tanto per cominciare, gli ufficiali russi nel 1814 non avevano bisogno di gridare nulla in russo, perché parlavano tutti un impeccabile francese: un must per qualsiasi nobile russo... e tutti gli ufficiali dell'esercito russo erano nobili.

Leggete anche: Perché in Russia si parlava francese? 

In secondo luogo, anche se avessero urlato "быстро", questa parola nella lingua francese è apparsa solo alla fine del XIX secolo. Secondo un’altra versione, il termine sarebbe stato preso in prestito dal russo dopo la guerra franco-prussiana del 1870, alla quale parteciparono diversi reggimenti mercenari cosacchi; ma negli anni Settanta del XIX secolo, la parola in francese non significava ancora “bar” o “trattoria”.

I filologi francesi sostengono quindi che "bistrot" potrebbe derivare da “bistraud” (“domestico”, “servo”) o dal termine gergale “bistingo” (“cabaret”), o da “bistouille” (sinonimo di alcool di bassa qualità); nel nord della Francia questa parola indica dei locali dove vengono serviti alcolici. 

Per concludere, gli studiosi sono d’accordo sul fatto che sia difficile stabilire con esattezza l’etimologia della parola. Ma su una cosa non ci sono dubbi: non ha origini russe.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie