Sicurezza sul lavoro: quei poster sovietici che sembrano tratti da un film dell’orrore

Operai incastrati fra i rulli, mani mozzate e teste frantumate: sono gli agghiaccianti manifesti utilizzati in epoca sovietica per spaventare i lavoratori e convincerli a prestare la massima attenzione durante i turni in fabbrica

Non passare sotto il rullo di trasmissione

Non lasciare gli attrezzi scioltisulle impalcature

Sopra stanno lavorando. Non sostare sotto le antenne

Raccogli i capelli

Non aprire gli sportelli del battitore prima che sia del tutto fermo

Reggiti al paraurti

Non ingombrare il luogo di lavoro

Guarda dove metti i piedi

Sii capace di liberare l’incidentato dalla corrente. Se non è possibile spegnerla, taglia i fili

Legati quando lavori sui tetti

Non spegnere il motore elettrico con l’acqua: l’acqua è un conduttore per la corrente

Non rimuovere la cinghia con il piede

Fai attenzione alla cinghia scendendo

Piega i chiodi

Fai attenzione con la zappa

Fai attenzione con il forcone

Non camminare tra il pesce

Impila correttamente i mattoni

Non controllare con le dita se c’è corrente

Fai attenzione a non colpire con la spranga

Guarda dove vai

Fai attenzione ai cavi della tensione

Non trasportare le bottiglie senza il tappo 

Attenzione agli schizzi! Bruciano!

Ero ubriaco in fabbrica

Non pulire il tamburo in movimento

Non lavorare con il martello non ben fissato

Non far male agli amici

Sistema l’appoggio più vicino alla pietra

Attenzione con la pala!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie