Karo, Julbars e gli altri: i cani soldato che salvarono dalla guerra decine di militari

Grigorij Sysoev/Sputnik
Fin dalla Guerra di Crimea erano utilizzati per individuare le mine inesplose e per prestare soccorso agli uomini colpiti in battaglia. Uno di loro, ferito, ha sfilato tra le braccia del suo compagno umano durante la Parata della Vittoria del 1945

Alcuni documenti risalenti al 1840 rivelano che i cani sono stati utilizzati dall’esercito russo già durante la Guerra di Crimea. I cani erano impiegati nelle prime linee del fronte e come animali da ricognizione per avvertire i soldati dell’avvicinarsi del nemico

Il famoso comandante militare russo, il generale Skobelev, ha utilizzato dei cani nella sua campagna in Asia centrale nel 1890. Gli animali erano impiegati per trasportare munizioni, consegnare la posta e perlustrare il territorio

I cani sono stati arruolati anche durante la guerra russo-giapponese (1904-1905) e durante la Prima guerra mondiale. Karo, un cane-infermiere, è passato alla storia per aver salvato 37 ufficiali e soldati

All’inizio del XX secolo i cani furono arruolati tra le fila della polizia russa. Nel 1908 fu creata una speciale organizzazione per promuovere l’uso dei cani nei campi di battaglia di tutto il paese

Nel 1909 fu aperta a San Pietroburgo la prima scuola per l’addestramento dei cani poliziotto. Uno degli “allievi” più promettenti fu un doberman di nome Tref che negli anni riuscì a rintracciare decine di ladri e terroristi

In Urss la tradizione di addestrare cani poliziotto si intensificò nella metà degli anni Venti. Negli anni Trenta la razza più utilizzata dalla milizia sovietica fu il pastore tedesco

Durante la Seconda guerra mondiale circa 60.000  cani furono arruolati dall’esercito. Questi animali riuscirono a salvare dai campi di battaglia quasi 700.000 soldati feriti! A loro va anche il merito di aver individuato milioni di mine inesplose e di aver distrutto i carri armati nemici piazzando sotto di loro potenti bombe. Un cane leggendario di nome Julbars ha identificato più di 7.000 mine e proiettili d’artiglieria . Ferito in battaglia, ha ugualmente sfilato alla parata della Vittoria di Mosca (1945) tra le braccia di un soldato

Dopo la guerra, sempre più cani sono stati impiegati dalla polizia russa e dalle forze dell’ordine. Oggi quasi tutte le unità di polizia sono dotate di almeno un cane

Nelle unità militari impiegate nell’Artico i cani sono utilizzati per trainare le slitte

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie