Le auto del KGB: gli otto modelli top utilizzati dai servizi segreti sovietici

Ekaterina Chesnokova/Sputnik
Vetture leggendarie, simbolo della paura durante il periodo delle Grandi Purghe. Più veloci e potenti di molti altri veicoli, erano utilizzare per scortare e inseguire le Mercedes e le BMW guidate dai diplomatici stranieri

1. GAZ-A

Negli anni Venti il ministro dell’Interno sovietico possedeva solo auto straniere. Essendo però vetture che ben di rado si vedevano circolare sulle strade russe, la loro spiccata visibilità rischiava di compromettere la discrezione delle operazioni. Il problema fu “risolto” nel 1932 con la nascita del primo veicolo sovietico prodotto in serie, il GAZ-A, una copia autorizzata della Ford Modello A. Un’auto che si rivelò ben presto troppo lenta e inaffidabile.

2. GAZ-M1

Nel 1936 l’NKVD (poi KGB) sostituì il modello GAZ-A con il più riuscito GAZ-M1. Sfortunatamente queste auto divennero il triste simbolo della repressione sovietica, ampiamente utilizzate per arrestare i "nemici del popolo" durante il periodo delle Grandi Purghe.

3. GAZ-11-73  

La versione più moderna del GAZ-M1 fu il modello GAZ-11-73, dotato di un potente motore a sei cilindri. Ma lo scoppio della Seconda guerra mondiale ne ostacolò pesantemente la produzione.

4. GAZ M-20G

Nei dieci anni successivi alla guerra, gli agenti sovietici utilizzarono prevalentemente auto tedesche e americane. Ma la potenza e la velocità di queste vetture passavano in secondo piano se si considerava il fatto che non potevano passare inosservate sulle strade sovietiche. Solo nel 1956 la GAZ M-20G Pobeda iniziò a soddisfare le esigenze dei servizi segreti: sembrava una normale GAZ M-20, ma poteva accelerare fino a 132 km/h anziché 105 km/h.

5. GAZ-23

Negli anni Sessanta la GAZ M-20G fu sostituita dalla GAZ-23 “Volga”. Questo veicolo fu progettato appositamente per il KGB e per i servizi segreti dei paesi alleati del Patto di Varsavia.Né la gente comune né i funzionari del Partito Comunista potevano permettersi di acquistarlo.

6. GAZ-24-24

Il modello successivo fu il GAZ-24-24: con la sua velocità di 170 km/h era una delle vetture sovietiche più veloci. Assomigliava al GAZ-24.

La paura per il KGB ha generato diversi miti legati al modello Volga. Nel 1960-1970 in Ungheria iniziò a circolare una leggenda urbana sulla cosiddetta “Volga Nera”: si diceva che venisse guidata non solo dagli uomini del sanguinoso KGB, ma anche da monaci, satanisti e vampiri che rapivano i bambini per rivendere i loro organi a ricchi arabi e occidentali.

7. GAZ-31013

Una delle ultime auto del KGB, la GAZ-31013, apparve all’inizio degli anni Ottanta. Era utilizzata non solo per scortare i diplomatici stranieri, ma anche per il trasporto dei leader sovietici.

8. Falkatus

Con la caduta dell’Urss, il Servizio Federale di Sicurezza Russo (FSB) ebbe accesso a una vasta gamma di auto, tra le più veloci e potenti del mondo. E la necessità di migliorare a ogni costo la produzione nazionale venne meno. Oggi l’FSB sta invece lavorando alla produzione di nuovi veicoli per le unità speciali. Uno dei prototipi più recenti, il Falkatus top secret, è stato ribattezzato “Batmobile” per la sua forma avveniristica.

 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie