Come i russi e i tedeschi si prendevano gioco gli uni degli altri durante la Grande guerra

Durante la prima guerra mondiale la propaganda russa descriveva spesso i propri nemici come gnomi patetici, che nulla potevano contro i potenti guerrieri russi. I tedeschi, al contrario, parlavano dei russi come sporchi barbari barbuti

Un soldato russo afferra le orecchie di un soldato tedesco e di uno austriaco come fossero dei bambini cattivi

I soldati russi sembrano sempre dei mendicanti, vestiti di stracci e con la faccia ubriaca

“Voglio essere Napoleone!”, dice l’imperatore tedesco Guglielmo II. “Va bene, l’aiuteremo”, è la risposta russa

Mobilitazione alla russa: alcol al posto dei soldati

Un orso polare russo costringe Guglielmo II e Francesco Giuseppe d’Austria a cercare rifugio in un albero

“Cara patria, mettiti l’anima in pace”, è la frase dell’inno patriottico tedesco.

L’imperatore tedesco è terrorizzato da un attacco cosacco

“A ogni colpo un russo”

“La Russia è per la verità”

I soldati austriaci e tedeschi lottano con un’idra a otto teste”

Un bogatyr (un leggendario guerriero del folklore slavo) decapita un drago a tre teste. La testa austriaca è andata, tedeschi e ottomani seguiranno a breve

Un orso russo viene catturato per la collezione di animali del potere centrale

“Oltre il limite”. Trascinando l’Impero ottomano nella guerra con la Russia, Germania e Austria lo spingono nell’abisso

Ognuno otterrà ciò che si merita. Il Belgio è sconfitto. Ora tocca alla Russia

I leader tedeschi e austriaci saranno allontanati come mosche

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie