Le antichissime navi russe che hanno segnato la storia dei mari

Legion Media
Alcune sono talmente vecchie che hanno prestato servizio nella Repubblica di Weimar e nella Germania nazista

1. Sedov

Una delle navi più antiche della Russia, la Sedov, è ancora in servizio. Varata nel 1921 come Magdalene Vinnen II, nella Germania nazista era conosciuta come Kommodore Johnsen. Nel 1945 l’imbarcazione fu assegnata all’Unione Sovietica come indennità di guerra e venne ribattezzata Sedov in omaggio al famoso esploratore polare russo Georgy Sedov.

La Sedov è oggi una delle più grandi barche a vela del mondo. È inoltre stata utilizzata per l’addestramento dei cadetti e ha partecipato ad alcuni studi oceanografici nell’Oceano Atlantico.
2. Kruzenshtern

Alla brigata Kruzenshtern fu riservato un destino simile a quello della Sedov. Varata nella Repubblica di Weimar nel 1926 come Padova, entrò in possesso dei sovietici dopo la Seconda guerra mondiale come indennità di guerra.

E così la nave venne ribattezzata in onore dell’ammiraglio ed esploratore russo Ivan Kruzenshtern.
Nonostante la sua età, la Kruzenshtern partecipa ancora oggi a regate internazionalei. Ha fatto il giro del mondo due volte: nel 1995-1996 e nel 2005-2006.
3. Mir

Con una velocità di 19,4 nodi (35,9 km/h), la Mir (pace, in russo) è una delle navi a vela più veloci. E con queste caratteristiche, non può non partecipare a tutte le gare più importanti. Nel 1992 per esempio ha preso parte alla Grand Regatta Columbus, dedicata ai 500 anni dell’anniversario della scoperta dell’America. La gara è stata vinta proprio dalla Mir e il suo equipaggio è stato premiato personalmente da Juan Carlos I di Spagna.
4. Nadezhda

Esistono due velieri che portano il nome di Nadezhda (speranza, in russo) che oggi solcano i mari sventolando la bandiera russa. Una di queste venne costruita nel 1912.
Prima di diventare di proprietà dei sovietici, la nave ha cambiato diversi nomi e diversi proprietari: dai Paesi Bassi alla Germania. Per un certo tempo è appartenuta al famoso eroe della Prima guerra mondiale, Felix von Luckner, conosciuto come il “Diavolo dei mari”: si trattava di un ufficiale tedesco che riuscì a scovare i convogli mercantili nemici a bordo di una delle ultime navi da combattimento del mondo, la Seeadler.
5. Nadezhda (fregata)

La fregata Nadezhda non è affatto vecchia. Costruita nel 1991 in Polonia, è utilizzata come nave da addestramento. Partecipa inoltre a spedizioni scientifiche e regate internazionali.
Entrambe le navi Nadezhda ottennero questo nome in omaggio alla leggendaria imbarcazione russa che all’inizio del XIX secolo fece il giro del mondo.
6. Pallada

Questa nave russa da addestramento e da supporto scientifico ha preso il nome dalla fregata Pallada, che nel 1852-1855 realizzò uno storico viaggio da Kronstadt verso gli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico per portare un gruppo di diplomatici russi in Giappone.
Esattamente come la Mir, anche la Pallada è considerata una delle navi più veloci del mondo.
7. Shtandart

Costruita nel 1999, la Shtandart è una replica della prima nave della flotta russa del Mar Baltico, lanciata nel 1703 per proteggere la neonata San Pietroburgo. Oggi è gestita dall’equipaggio composto da volontari addestrati per il “Shtandart Project”. 


Guardate l'incredibile Ivan, l'uomo d'acciaio che sposta le navi con il solo peso del proprio corpo 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie