Ecco come la propaganda nazista cercava di mettere i popoli sovietici l’uno contro l’altro

Durante l’invasione dell’Urss, la macchina propagandistica del Terzo Reich fu molto impegnata a dividere il fronte interno, con scarsi risultati

La propaganda tedesca ripeteva spesso che il Terzo Reich era intervenuto per salvare il popolo sovietico dal sanguinario governo di Stalin, dai bolscevichi e dagli ebrei. Questo manifesto dice: “La lotta per la tua liberazione è iniziata un anno fa. La tua gratitudine è il tuo lavoro.” 

Un trucco comune era mostrare quale paradiso fosse la prigionia tedesca per i soldati sovietici. I sovietici che non volevano morire sul campo di battaglia potevano sempre arrendersi e essere accolti da soldati tedeschi amichevoli, che avrebbero dato loro cibo e riparo. La realtà era ben diversa.

Questo poster mostra quanto infelice sia un soldato sovietico, dal momento che è costretto dai commissari comunisti a combattere. Il fatto che milioni di persone sovietiche fossero andate volontariamente a difendere la loro patria viene ovviamente ignorato. 

I tedeschi, che soffrivano molto la resistenza partigiana, tentarono di diffamare i partigiani agli occhi del popolo sovietico. “I partigiani rossi portano la morte e la devastazione nelle tue case e nel tuo Paese”. 

Il soldato sovietico, secondo i propagandisti tedeschi, non era un difensore della Patria, ma un burattino nelle mani degli ebrei. “Guarda dietro di te, soldato!” Dice il manifesto: “Chi è il tuo burattinaio? Per chi vai a morte certa? Non l’hai ancora capito? 

“Il muro è stato abbattuto!”, dice il manifesto. Stalin ha isolato l’Unione Sovietica dal resto del mondo in modo da non permettere un confronto e comprendere tutta la falsità del regime bolscevico. “Ora il muro è stato distrutto e un nuovo futuro felice ti aspetta!” 

Questo poster è stato realizzato appositamente per i cosacchi, una enorme comunità del Sud della Russia, che aveva complicate relazioni con la Russia sovietica. Il manifesto invita i cosacchi “a salvare [la loro] famiglia e la loro patria”, eliminando comunisti ed ebrei.

Un altro manifesto di propaganda invita i sovietici a stare al fianco del Terzo Reich: “Combattendo e lavorando con la Germania, stai creando un futuro luminoso per te stesso”.

Realizzato per gli ucraini, questo poster in lingua ucraina promette che l’esercito tedesco li proteggerà mentre lavorano per il grande futuro. 

Un altro manifesto pensato per l’Ucraina invita le persone a recarsi in Germania per lavorare. “Mentre lavori in Germania, stai proteggendo il tuo Paese”, dice in ucraino.

“La maschera di Satana è caduta”, dice il manifesto, dimostrando che Stalin è in effetti il ​​diavolo sotto mentite spoglie (e con una stella di David sulla fronte). 

Questo manifesto di propaganda rivolto ai popoli del Caucaso li invita a iniziare a lavorare per la prosperità della loro patria e di loro stessi. “Ti stiamo liberando dal giogo bolscevico!”, dice.

 

Anche la propaganda sovietica cercava di influenzare i soldati tedeschi. Ecco come

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più
Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond