Accadde oggi: 15 anni fa la caduta di un enorme meteorite in Siberia

Legion Media
Un bagliore, poi una forte esplosione e una scossa, simile a quella di un potente terremoto. Il 25 settembre 2002 a Irkutsk, nei pressi del fiume Vitim, precipitò il secondo oggetto spaziale più grande mai caduto sul suolo russo

Il 25 settembre 2002 nella regione siberiana di Irkutsk, nei pressi del fiume Vitim, esplose un gigantesco meteorite a un’altezza di 30 chilometri. La forza dell’esplosione fu pari a quella di 200 tonnellate di dinamite.

Il meteorite di Vitim fu il secondo oggetto spaziale più grande a cadere sul suolo russo dopo il meteorite di Tunguska nel 1908. I geologi di Mosca infatti identificarono un’area di 100 km quadrati di alberi caduti e carbonizzati. In quella stessa zona furono rinvenuti anche dei frammenti di meteorite.

La distruzione causata dall’impatto fu accompagnata anche da un gran bagliore e da un’enorme esplosione, il cui rumore venne percepito a 150 km di distanza. Fortunatamente Vitim terminò il suo viaggio lontano dalle zone popolate di questa regione. Secondo le testimonianze della popolazione locale, si percepì una fortissima scossa, simile a quella di un potente terremoto.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale