Incendio allo stadio Luzhniki di Mosca, nessun ferito

Una densa colonna di fumo nero si è alzata sopra l'impianto che ospiterà la cerimonia di inaugurazione e la partita finale dei Mondiali di calcio del 2018. Il ministro russo dello Sport: "Nessun danno". L'impianto sta subendo grossi lavori di restauro in previsione dell'evento sportivo

Non si sono registrati danni né feriti allo stadio Luzhniki di Mosca, colpito ieri da un incendio. Lo ha comunicato il ministro dello Sport russo, Vitaly Mutko.

Curiosando tra i cantieri
in attesa dei Mondiali

Nella giornata del 5 ottobre 2015, infatti, una densa colonna di fumo nero si è alzata sopra l’impianto che ospiterà la cerimonia di inaugurazione dei Mondiali di calcio del 2018 e la partita finale. Secondo la stampa russa, le fiamme sarebbero state sprigionate probabilmente da una sigaretta o da una scintilla causata dai lavori di restauro in corso. 

L’impianto sta infatti subendo grossi lavori di ammodernamento in previsione dell’evento sportivo. Oltre al Luzhniki, in tutta la Russia sono una dozzina gli stadi interessati dai lavori. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta