Calcio, Capello dice addio alla Russia

Mister Fabio Capello lascia la panchina della Nazionale di calcio russa (Foto: Mikhail Japaridze/TASS)

Mister Fabio Capello lascia la panchina della Nazionale di calcio russa (Foto: Mikhail Japaridze/TASS)

Il tecnico friulano lascia l’incarico di ct della Nazionale russa e si “consola” con 15 milioni di euro di buonuscita. Al suo posto potrebbe arrivare l’allenatore del CSKA Mosca, Leonid Slutskij

Fabio Capello dice addio alla Nazionale di calcio russa. Il tecnico friulano e la Federcalcio russa hanno raggiunto un accordo in merito alla rescissione del contratto.

 
L'amore prima del divorzio
La storia di Capello in Russia
 

“La Federcalcio russa ringrazia Fabio Capello per il lavoro svolto nel ruolo di allenatore della Nazionale, augurandogli successi nella futura attività professionale”, si legge sul sito ufficiale della Federcalcio. “Fabio Capello, a sua volta, esprime gratitudine alla Federazione del calcio russa per l'aiuto e il sostegno ricevuti durante tutti gli anni di lavoro. Allo stesso modo, si dice riconoscente nei confronti dei giocatori, per la loro collaborazione, e dei tifosi, per il sincero supporto alla squadra”.

Come rende noto l'agenzia R-Sport, facendo riferimento a una fonte ignota, il compenso di Capello per l'interruzione prematura del contratto ammonta a 930 milioni di rubli (circa 15 milioni di euro). Secondo le informazioni dei media russi, le condizioni del contratto di Capello, originariamente valido fino al 2018, prevedevano il pagamento dell'intera somma del compenso in caso di cessazione anticipata dell'accordo da parte della Lega calcio russa. Secondo voci non ufficiali, Capello avrebbe ricevuto 7 milioni di euro all'anno per il suo incarico. Le trattative per la riduzione della somma dell'indennizzo nelle ultime settimane sono state condotte dal ministro dello sport Vitalij Mutko in persona. 

La questione delle imminenti dimissioni del tecnico italiano è divenuta più pressante dopo che il 14 giugno la squadra ha perso 0:1 il match di qualificazione al Campionato Europeo 2016 contro l’Austria. In totale, nel corso del girone di qualificazione, la squadra russa ha guadagnato sei punti in 8 incontri, andando ad occupare il terzo posto all'interno del girone G. Dopo la sconfitta all'ultima partita, una serie di funzionari del calcio e del governo hanno richiesto di annullare il contratto con Capello.

Secondo i media russi, tra i favoriti per la panchina ci sarebbe l'allenatore del CSKA Mosca, Leonid Slutskij. Il quarantaquattrenne specialista lavora con il club dal 2009. In questi anni gli è riuscito per ben due volte di portare la squadra al titolo di campione di Russia. Nella stagione 2009-2010 e 2011-2012, Slutskij è riuscito a passare con il CSKA ai quarti di finale di UEFA Champions League.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta