Mondiali di ginnastica artistica, partenza in salita

La Nazionale russa di ginnastica artistica sul podio alle Olimpiadi di Londra 2012 (Foto: Itar-Tass)

La Nazionale russa di ginnastica artistica sul podio alle Olimpiadi di Londra 2012 (Foto: Itar-Tass)

Malattie e infortuni hanno notevolmente indebolito la Nazionale russa prima dei Campionati al via il 30 settembre 2013 ad Anversa. Tutte le speranze sono riposte nella campionessa olimpica di Londra, Aliya Mustafina

Il primo Campionato del Mondo dopo le Olimpiadi di Londra 2012 rappresenta sempre un test difficile per tutti gli sportivi, ginnasti inclusi. Molti atleti non sono ancora riusciti a recuperare completamente dalle fatiche, fisiche e morali, dei Giochi britannici. Ai Mondiali di ginnastica artistica, che si svolgeranno ad Anversa dal 30 settembre al 6 ottobre 2013, la Nazionale russa dovrà dare il meglio di sé, nonostante le difficoltà che sta attraversando.

Dieci giorni prima dell’inizio del torneo, nella celebre base di “Ozero Krugloe” nei pressi di Mosca, dove si allenano le nazionali di varie discipline (ginnastica artistica, ginnastica ritmica, pattinaggio artistico e hockey), sono stati organizzati degli allenamenti di prova, in cui lo staff tecnico ha annunciato la composizione finale della squadra di ginnastica artistica. Nella formazione femminile non rientrano due eccellenti atlete russe: Ksenia Afanasyeva, due volte campionessa del mondo e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012, sottoposta di recente a un intervento chirurgico alla caviglia, e Viktoria Komova, campionessa del mondo nel 2011 alle parallele asimmetriche e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra sia nel concorso generale individuale che in quello a squadre. Viktoria verrà dimessa solo il 27 settembre 2013 dall’ospedale dove si trova ora ricoverata per un virus che la giovane atleta ha contratto alla fine di agosto, prima dei Mondiali di Mosca.

Foto: Corbis / FotoSA

Grande assente ai Mondiali di ginnastica artistica ad Anversa è Viktoria Komova (Foto: Corbis / FotoSA)

“Vika ha superato eccellentemente gli allenamenti di prova. Tuttavia, nella notte, le è salita improvvisamente la febbre e ha iniziato a sentirsi male. È stata ricoverata in ospedale dove le è stata diagnosticata una lieve meningite sierosa, - ha dichiarato, durante una conferenza stampa, Valentina Rodionenko, allenatrice della nazionale russa di ginnastica artistica. - Non potrà fare sforzi fisici per almeno altri due o tre mesi”.

Nemmeno la leader della squadra, la campionessa olimpica e del mondo, Aliya Mustafina, è al massimo della forma, per via di alcuni problemi di salute. Al momento degli allenamenti di prova, era una settimana che la Mustafina aveva la febbre, cosicché anche la sua preparazione per il campionato ne ha notevolmente risentito. L’atleta ha però promesso che riuscirà a riprendersi in tempo per il torneo.

Foto: Ria Novosti
Aliya Mustafina
(Foto: Ria Novosti) 

Aliya Mustafina

18 anni

Campionessa olimpica nel 2012 alle parallele asimmetriche, medaglia d’argento nel concorso a squadre, medaglia di bronzo nel concorso generale individuale e nel corpo libero (traguardi che la rendono la ginnasta più titolata di Londra), e due volte campionessa del mondo nel 2010.

Come hanno annunciato gli allenatori, la Mustafina presenterà, ad Anversa, una nuova combinazione alle parallele asimmetriche, con nuovi elementi acrobatici nei passaggi tra gli staggi. Il coefficiente di difficoltà iniziale di questo esercizio è 6,7 punti. Si tratta del secondo valore più alto al mondo, in termini di difficoltà, dopo quello della cinese He Kexin (6,9). Anche gli esercizi alla trave e nel corpo libero sono stati rafforzati dal punto di vista tecnico.

Ora tutto dipenderà dalla prestazione di Aliya ai Campionati del mondo. Salute permettendo, la Mustafina cercherà, inoltre, di eseguire due volteggi in modo da arrivare in finale anche in questo attrezzo.

Ricordiamo che ai Campionati europei del 2011, proprio durante il suo esercizio al volteggio, la Mustafina si ruppe il legamento crociato del ginocchio sinistro - un incidente che avrebbe potuto mettere fine alla sua carriera.

Pronostici

Andrei Rodionenko, allenatore capo della Nazionale russa di ginnastica artistica: "I Campionati del mondo rappresentano sempre la competizione più importante della stagione dopo le Olimpiadi. Abbiamo dei problemi che riguardano soprattutto lo stato di salute dei nostri atleti. Ma ciò non ci dà il diritto di gareggiare a un livello inferiore a quello a cui è abituata la Russia nell’ambito della ginnastica artistica. Nel tempo che ci rimane prima dell’avvio del Campionato, dobbiamo mantenere la condizione funzionale nella quale si trovano ora i nostri ginnasti e curare coloro che non sono in buona salute"

Valentina Rodionenko, allenatrice della Nazionale russa di ginnastica artistica: "Il Campionato del mondo di Anversa, come qualsiasi altro importante torneo della stagione post-olimpica, costituirà una dura prova per i ginnasti di tutto il mondo. Come se non bastasse i nostri atleti sono stati colpiti, a sorpresa, da raffreddori e influenza. La formazione maggiormente indebolita è quella delle ragazze. Le atlete che si recheranno ad Anversa hanno in ogni caso buone possibilità di farcela. Gli allenamenti sono andati bene e faremo di tutto pur di non deludere i tifosi. La squadra è pronta a questo"

Maria Paseka

18 anni

Medaglia d’argento nel concorso a squadre alle Olimpiadi di Londra 2012, medaglia di bronzo nel volteggio e tre volte campionessa alle Universiadi di Kazan 2013. Maria soffre di problemi alla schiena, pertanto non gareggerà nel corpo libero. Gli allenatori la faranno molto probabilmente gareggiare solo in una specialità: al volteggio o alle parallele.

Anche per quanto riguarda la squadra maschile le cose non vanno per il meglio. L’allenatore senior della nazionale maschile russa, Valery Alfosov, ha riferito che Nikolai Kuksenkov potrebbe non gareggiare ai Campionati del mondo a causa di un infortunio a un dito. La decisione definitiva verrà presa in Belgio, dove la squadra russa è atterrata il 25 settembre 2013. Qualora alla fine Kuksenkov non dovesse partecipare alle gare, vi sarà solo David Belyavskiy, campione europeo nel 2013, a rappresentare la Russia, nel concorso generale individuale.

Nikolai Kuksenkov

24 anni

Vincitore dei Campionati europei (per l’Ucraina) e tre volte campione alle Universiadi di Kazan (per la Russia).

Nel 2012, il ginnasta ha lasciato la nazionale ucraina per unirsi a quella russa. Dopo aver vinto diversi campionati nazionali ed essere arrivato quarto alle Olimpiadi di Londra 2012, nella finale del concorso individuale, l’atleta non ha avuto paura di perdere lo status di leader della nazionale ucraina né di separarsi dal padre e allenatore Yuli Kuksenkov. In Russia, Kuksenkov Jr. è il grande favorito nel concorso generale individuale.

Denis Ablyazin

21 anni

Vincitore della medaglia d’argento nel volteggio e di quella di bronzo nel corpo libero a Londra 2012.

A detta degli allenatori, il coefficiente di difficolta dell’esercizio che Ablyazin presenterà ad Anversa per il corpo libero è 7,2. Si tratta del grado di difficoltà più alto a livello mondiale. Gli allenatori nutrono grandi speranze anche per quando riguarda i suoi programmi agli anelli e al volteggio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie