F1, Kaspersky Lab per la sicurezza della Ferrari

Kaspersky Lab è sponsor ufficiale del team Ferrari (Foto: AFP / East News)

Kaspersky Lab è sponsor ufficiale del team Ferrari (Foto: AFP / East News)

La casa automobilistica di Maranello ha affidato alla società antivirus russa la protezione dei suoi sistemi informatici

Il Kaspersky Lab collabora con la Ferrari dal 2010 in qualità di sponsor della casa automobilistica italiana nelle corse di Formula 1. Secondo il nuovo accordo, la società russa fornirà soluzioni di sicurezza ai computer di lavoro e ai dispositivi mobili dei dipendenti Ferrari, nonché ai computer che controllano la produzione delle automobili.

Guarda il video
nella sezione Multimedia 

In un comunicato ufficiale pubblicato sul sito Internet del Kaspersky Lab si legge che la Ferrari, società produttrice di autovetture sportive d’alta fascia e dei bolidi della Formula 1, introdurrà, nelle proprie infrastrutture IT, una serie di soluzioni tecnologiche elaborate dalla celebre azienda russa produttrice di antivirus. L’accordo, della durata di 5 anni, è stato firmato dai presidenti di entrambe le società.

La somma dell’accordo non è stata rivelata. Per il momento si sa solo che le applicazioni e le tecnologie del Kaspersky Lab verranno installate su 4mila computer della sede centrale della Ferrari e che nel giro di un anno il sistema di sicurezza informatica verrà esteso a tutta la rete corporativa della casa automobilistica.

“Il nostro obiettivo strategico è lo sviluppo del settore corporativo”, ha sottolineato il direttore marketing del Kaspersky Lab, Aleksandr Erofeev. Il Kaspersky Lab vanta già un ampia esperienza nella fornitura di soluzioni di sicurezza e di software antivirus a grandi imprese: tra i partner del laboratorio russo figurano la società tedesca BASF, specializzata in produzioni chimiche, e Rosoboronexport, la società statale russa che si occupa dell’import/export di armi.

“Per tutelare la nostra proprietà intellettuale avevamo bisogno di un partner tecnologico affidabile e abbiamo scelto il Kaspersky Lab. Abbiamo intenzione di sviluppare la nostra partnership tecnologica nel lungo termine”, ha dichiarato Vittorio Boero, cio (chief information officer, ndr) di Ferrari.

La partnership tra Kaspersky Lab e la Scuderia Ferrari ha avuto ufficialmente inizio nel maggio del 2010. Il Laboratorio ha esordito come sponsor del team Ferrari AF Corse, nel campionato Le Mans Series, e assumendo il ruolo di fornitore ufficiale della Scuderia Ferrari nel Campionato di Formula 1. Nel novembre del 2010, l'azienda russa ha ricevuto lo status di sponsor ufficiale della Scuderie Ferrari nelle corse di Formula 1, per due anni. Il logo dell’azienda è comparso sui bolidi Ferrari di Formula 1.

È stato inoltre siglato un contratto di licenza per la commercializzazione di un prodotto congiunto di sicurezza - il Kaspersky Internet Security Special Ferrari Edition - dotato di un’interfaccia utente in stile Ferrari e del simulatore di gioco Ferrari Virtual Academy. Il Kaspersky Lab ha infine contribuito al coinvolgimento della leggendaria Formula 1 nella Moscow City Racing degli anni 2011 e 2012.

Secondo Evgenij Kaspersky, fondatore e direttore della più famosa società russa di antivirus, il contratto con Ferrari rappresenta innanzitutto un investimento per il laboratorio, nella promozione del marchio sui mercati internazionali. Ecco perché il Kaspersky Lab ha preferito scegliere la Ferrari invece di fornire assistenza a Vitaly Petrov e alla squadra russa Marussia Motors.

“La Ferrari è una squadra che è sempre stata nella Formula 1, e proprio grazie a lei che la Formula 1 esiste. In termini di brand visibility è un vantaggio indiscutibile -, dichiara Aleksandr Moiseev, direttore sponsorship del Laboratorio Kaspersky. - La Ferrari vanta un’esperienza colossale, e abbiamo accesso a tutto: se vogliamo usare il loro merchandising possiamo farlo tranquillamente”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie