La giovane russa in corsa per le amministrative di Roma

Irina Osipova.

Irina Osipova.

: archivio personale
Irina Osipova, presidente dell'associazione RIM Giovani Italo-Russi, è candidata al Comune nella lista di Fratelli d’Italia. “Vi racconto perché ho deciso di candidarmi”

A 28 anni, Irina Osipova è la candidata russa al Comune di Roma nella lista di Fratelli d’Italia, a sostegno di Giorgia Meloni. Sulla sua pagina Facebook, che conta oltre 15mila follower (lei stessa si definisce molto attiva sui social network) invoca “il modello putiniano per l’Italia per difendere gli interessi nazionali”, parla di politiche migratorie e degrado cittadino. “Va totalmente cambiato l'approccio alla gestione dei rifiuti, vanno applicate regole severe contro l'abusivismo, va risolto il problema della viabilità portando a termine anche la costruzione della linea C. Per esempio - dice -, il mio modello di metro è quello moscovita: i treni sono puliti, passano spesso, le stazioni sono tenute bene, è difficile entrare senza il biglietto, le forze dell'ordine pattugliano in continuazione”.

Presidente dell'associazione RIM Giovani Italo-Russi, figlia del direttore del Centro russo di scienza e cultura di Roma Oleg Osipov, ha conseguito una laurea alla UNINT, l’Università degli Studi Internazionali di Roma, e una all’Accademia presidenziale russa di Economia Nazionale RANEPA di Mosca. “Sono l’unico candidato russo al comune - spiega -, ne sono orgogliosa e sento molta responsabilità. Si potrebbe addirittura dire che sia una cosa storica per la comunità russa a Roma. Donna o uomo non importa, ciò che importa è credere in ciò che si fa, avere dei valori e delle competenze, lavorare duro ed essere vicini ai cittadini e ai loro problemi”. 

A Roma da quando aveva 11 anni, oltre a essere un’esperta presso il Centro della Politica Attuale, Irina guida anche l’associazione RIM, nata nel 2011 per riunire “giovani attivi e creativi, che usano principalmente il russo nella loro vita quotidiana”. “Per anni - spiega -, abbiamo organizzato diversi eventi culturali e formato un network di contatti. La frequenza degli eventi che organizziamo è proporzionale al nostro entusiasmo”.

L’idea di candidarsi, racconta, è nata da sé: “Negli ultimi anni ho organizzato diverse conferenze e manifestazioni, ottenendo una certa visibilità. Mi sono quindi arrivate alcune proposte e ho deciso di appoggiare il candidato sindaco di Fratelli D'Italia Giorgia Meloni perché condivido le sue idee”. Un contributo, dice, indirizzato a migliorare in primo luogo la città di Roma. “Vorrei incidere sull'etica e sull’estetica - dichiara Irina Osipova -. Per quanto riguarda l'estetica, è importante ridare a Roma il suo splendore rimuovendo lo sporco, l'abusivo, i campi rom e i cassonetti. L'aspetto etico non è meno importante - conclude -, perché senza una morale la società è destinata al declino”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta