Poco porno, tanto pc: il ritratto dei russi online in metrò

: Pavel Golovkin/TASS
Il motore di ricerca Yandex ha monitorato cosa cercano i moscoviti su internet quando sono sui treni sotterranei. Ecco i risultati

Fonte: Pavel Golovkin/TASSFonte: Pavel Golovkin/TASS

Lo sappiamo che state morendo anche voi dalla voglia di saperlo: ma quanto porno guardano i russi mentre vanno in metropolitana? Per fortuna, ci sono specialisti che si occupano pure di questo, e ora conosciamo la risposta.

Il gigante russo di internet Yandex (che continua a giocarsi con Google il primato come motore di ricerca più usato nel Paese) ha monitorato che cosa i russi cercano sui loro telefoni durante gli spostamenti in metropolitana (per vostra informazione, il WiFi gratuito è disponibile sulla metro di Mosca dal 2014).

Si è scoperto, sulla base di oltre 300 mila richieste giornaliere (con picchi tra le 7:40 e le 9:40 del mattino e tra le 5:20 alle 7:50 di sera) che la voce più ricercata riguarda qualcosa di molto più (o molto meno, a secondo dei gusti) noioso del porno, l’information technology…

Fonte: Aleksandr Kislov/YandexFonte: Aleksandr Kislov/Yandex

Sì, insomma, i russi non sono quei pazzi sessodipendenti che credevate. O, per lo meno, mentre sono su un vagone della metropolitana, preferiscono leggere siti specializzati in programmazione informatica e in computer (questi temi sono cercati sottoterra due volte più spesso che su in superficie).

I siti porno e quelli di escort sono all’estremo opposto, con tassi di ricerca quasi dimezzati rispetto a quando le persone non sono in metropolitana, ma nel chiuso delle loro stanzette o uffici. Evidentemente si vergognano del vicino di vagone.

Ovviamente le ricerche cambiano profondamente anche a seconda dell’ora del giorno. Per esempio, al mattino, i temi più gettonati sono i sogni (e la loro interpretazione) e le preghiere, mentre la sera tardi i passeggeri tendono a cercare come arrivare in qualche posto (mappe, strade, etc.) e cose tipo musei, cinema e centri commerciali. Quando si avvicina l’ora del rientro a casa, la gente comincia invece a pensare allo stomaco: cercando ricette o consegne di cibo a domicilio. Insomma, se chi siede di fronte a voi fissa lo schermo del telefonino o del tablet con sguardo bramoso, forse non sta guardando un porno ma la cena.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale