Viaggi, cibo e abbigliamento: su cosa risparmiano i russi in tempo di crisi

14 luglio 2017 Ksenia Zubacheva
Questi i settori dove si registrano i tagli maggiori: si fa attenzione al carrello della spesa e si rinuncia a un nuovo paio di scarpe. Le vacanze, poi, meglio in patria che all’estero
Globus hypermarket
Fonte: Aleksandr Ryumin/TASS

Il costo della vita non fa che aumentare. E i russi tagliano sulle spese. Ognuno lo fa a modo suo: c’è chi taglia sull’abbigliamento, chi sui viaggi, chi sul cibo.

Il 2016 si è rivelato una vera sfida per i russi: la crisi economica accompagnata dall’aumento dei prezzi ha messo a dura prova la popolazione. E quest’anno la situazione non è migliorata molto. Anche se i russi stanno stringendo meno la cinghia (l’82% a fronte dell’89%), si sta spendendo meno per quanto riguarda gli articoli per la casa e il turismo. La fotografia è stata scattata dall’agenzia Romir, che mostra su cosa stanno risparmiando i russi.

Alimentare

Fonte: ReutersFonte: Reuters

Il cibo è come sempre una delle prime cose che vengono tagliate in tempo di crisi economica. E anche se il numero di russi che risparmia al supermercato quest’anno è diminuito del 4% rispetto all’anno scorso, il carrello della spesa continua a essere uno degli “antidoti” più utilizzati per risparmiare. Il 39% della popolazione, soprattutto pensionati e residenti delle grandi città, continua a fare attenzione a cosa acquista e a quanto spende.

Abbigliamento

Fonte: Vladimir Astapkovich/RIA NovostiFonte: Vladimir Astapkovich/RIA Novosti

Un’altra sfera dove si registrano ingenti tagli è quella dell’abbigliamento: i russi spendono meno nell’acquisto di scarpe e vestiti. A differenza dell’anno scorso, quando il 31% della popolazione ha rinunciato ad acquistare nuove calzature e abiti nuovi, quest’anno la percentuale è salita al 33%. Decisioni che evidentemente hanno avuto un peso sul mercato: alcuni brand come Mexx e Monsoon Accessorize hanno annunciato un’imminente cessazione della propria attività in Russia.

Viaggi

Fonte: ZUMA Press/Global Look PressFonte: ZUMA Press/Global Look Press

Il 30% della popolazione sta spendendo meno soldi per i viaggi. Si tratta di un 9% in più rispetto al 2016, e oggi i russi sono più propensi a organizzare vacanze in patria che all’estero. L’anno scorso quasi 16 milioni di russi hanno affollato le spiagge sulle coste del Mar Nero e quest’anno si prevede un’affluenza pari a 21 milioni di turisti.

Divertimento

Fonte: Press photoFonte: Press photo

Il 30% della popolazione quest’anno preferisce guardare film a casa invece che al cinema. E anche gli eventi a ingresso libero stanno registrando un maggior successo rispetto a quelli a pagamento.

Alcolici e sigarette

Fonte: TASS Fonte: TASS

Il 21% della popolazione ha deciso di ridurre il consumo di alcolici e sigarette. L’anno scorso questa percentuale si era fermata al 15%.

+
Metti "Mi piace" su Facebook