Attento e generoso: il ritratto dell'uomo ideale secondo le russe

Caucasian couple laying in grass

Caucasian couple laying in grass

Getty Images
Deve aprire la porta e pagare il conto al ristorante. Deve adorarla in maniera incondizionata e non badare troppo alla cura del proprio aspetto fisico: meglio rude quindi che alla moda. Sono queste, secondo le ragazze russe, alcune delle qualità che dovrebbero contraddistinguere il principe azzurro

Deve essere buono e onesto. Deve prendersi cura di sé ma senza esagerare. Deve essere fedele ma non geloso. E naturalmente attento, generoso e intelligente. L’elenco dei requisiti richiesti dalle donne russe all’uomo “ideale” è di regola parecchio lungo. E forse è proprio questo che le distingue essenzialmente dalle altre donne del resto del mondo.

1. Meglio rude che troppo curato

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

Le donne russe non hanno una grande considerazione degli uomini che dedicano molta attenzione alla cura della propria persona come fanno loro. Che usano creme idratanti per il corpo, seguono la moda, tengono le unghie curate e non disdegnano di frequentare i saloni di manicure e amano il lavoro fisico solo in palestra. Li guardano con sospetto. I russi frequentano le palestre solo per diventare più forti e non per avere un corpo più bello.

“L’aspetto esteriore è meno importante e nonostante la propaganda dell’industria del fitness, le donne non sembrano gradire troppo i bodybuilder”, spiega la psicologa Elena Kalen a Rbth. In base alla sua esperienza, gli uomini con un viso dai tratti delicati, effeminati, che si guardano spesso allo specchio, sono condiderati i meno attraenti dalle done russe. 

Continua a leggere: Come conquistare il cuore di una russa


Così il tema della bellezza maschile nella società russa appare piuttosto convenzionale e si potrebbe sintetizzare nella formula: “L’importante è che l’uomo resti un uomo, qualunque cosa significhi quest’affermazione. Alla fine ciò che conta è che lui non sia troppo malmesso”. Insomma, un uomo dall’aria rude, non necessariamente muscoloso e forte, risulta più attraente di uno raffinato e alla moda. La perfezione qui non è un trend ed è poco tollerato che si parli di stupidaggini come il sesso, l’aspetto fisico o il velluto migliore del mondo. I bicipiti sono apprezzati solo dall’8% delle russe.

2. Il conto lo paga lui

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

A detta dello psicologo Vladislav Chubarov, terapeuta della Gestalt, il femminismo, dopo aver riscosso un certo successo in Russia negli anni Novanta e Duemila, ora sarebbe passato di moda. Le donne russe non sono per l’uguaglianza, anche se si lamentano dello scarso rispetto da parte degli uomini e degli scherzi sessisti e sanno bene cos’è l’“emancipazione”. La spiegazione più probabile è che si sarebbe voluto conquistare di più conservando però tutti i vantaggi del costume “tradizionale”. “Ci hanno stufato con la loro uguaglianza, vadano al diavolo, mi piace quando un ragazzo ti aiuta a indossare o a sfilare un cappotto o ti tieneaperta la porta”, si lamentano le donne nei forum di discussione russi.

Continua a leggere: Se sei italiano, ti sposo! Perché le russe preferiscono gli stranieri


Non apprezzano, per esempio, che durante la fase romantica del corteggiamento il conto al ristorante si debba dividere in due per affermare la propria indipendenza economica. Siamo abituati a una rigida separazione dei ruoli di genere, ma i “capricci” di una ragazza dovrebbero suscitare idealmente in un uomo tenerezza e orgoglio e non il desiderio di difendere la sua “vanità oltraggiata”, sostiene Chubarov.

3. L’importante è che ti adori

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

Secondo Chubarov, un altro paradosso consiste nel fatto che una donna che vive in Russia spesso si ritiene un oggetto da adorare solo per il fatto di esistere. E ciò che si aspettano dagli uomini è proprio questo: un’adorazione incondizionata. Mentre le donne che vivono in Europa sono spesso più inclini a lavorare su stesse e sulle loro relazioni.

Ciò non dipende tanto dal fatto che la bellezza delle donne russe è magnificata in tutto il mondo, è che loro si sopravvalutano: “Sono bella e questo deve bastare”. È più probabilmente un retaggio dell’educazione che hano ricevuto. In Russia una bambina viene tradizionalmente educata per essere innanzitutto una buona moglie e una buona madre. Tutte le questioni degli obiettivi professionali, della carriera sono secondari.

Certo il mondo ora sta cambiando. Non tutte le donne russe aspirano solo a un buon matrimonio. Sta avvenendo un’evoluzione di genere, ma gli uomini che si continuano a preferire sono quelli che dimostrano di adorare le donne e non importa se non hanno raggiunto dei clamorosi successi professionali, non si sono dottorati e non vanno a lezione di taekwondo tre volte alla settimana.

4. Un occhio al futuro, e non al portafogli

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

“La situazione economica dell’uomo attualmente non è così importante. Conta molto di più il suo desiderio di guadagnare e la capacità di spendere oculatamente”, constata Elena Kalen.

In altri termini, le donne russe guardano al futuro e non al denaro presente nel portafogli. Elabora continuamente progetti di start up, non frequenta i corsi, si appassiona alla nonfiction: ottimo, è l’uomo giusto. A loro avviso, un uomo dev’essere innanzitutto una persona, se non di eccezionale, almeno forte, in grado di creare qualcosa se non oggi, in futuro. Anche se questo futuro non arriverà mai.

5. Astenersi chiacchieroni

Fonte: Getty ImagesFonte: Getty Images

Inoltre, le donne russe non sembrano gradire gli uomini che parlano troppo. Durante i primi tre, quattro appuntamenti può risultare affascinante che un uomo “si apra”. Ma poi si affacciano inevitabilmente pensieri del tipo: “Ma quand’è che agisce? Dove trova le energie per fare qualcosa se non fa altro che parlare? Non sarà un perdigiorno?”. Un chiacchierone ha a disposizione per questo le sue amiche, Facebook, i colleghi, ma un uomo vero dev’essere in grado di compiere grandi azioni.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale