World Press Photo, vince la foto dell'assassinio dell'ambasciatore russo

Il fotografo turco Burhan Ozbilici, a destra, interviene alla cerimonia di premiazione del World Press Photo 2017 ad Amsterdam; sullo sfondo, la sua foto “Un assassinio in Turchia”, vincitrice del primo premio.

Il fotografo turco Burhan Ozbilici, a destra, interviene alla cerimonia di premiazione del World Press Photo 2017 ad Amsterdam; sullo sfondo, la sua foto “Un assassinio in Turchia”, vincitrice del primo premio.

: AP
Andrej Karlov è stato ucciso ad Ankara il 19 dicembre scorso durante l’inaugurazione di una mostra fotografica. Lo scatto realizzato dal fotografo turco Burhan Ozbilici ha vinto il prestigioso concorso di fotogiornalismo

Un corpo sdraiato a terra, esanime. E lui, l’assassino, in piedi con il braccio sollevato e la pistola ancora fumante in mano. Il cadavere è quello dell’ambasciatore russo in Turchia Andrej Karlov, ucciso ad Ankara il 19 dicembre scorso durante l’inaugurazione di una mostra fotografica. È questa foto la vincitrice del World Press Photo 2017, il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo. Intitolata “Un assassinio in Turchia”, è stata realizzata dal fotografo turco Burhan Ozbilici dell'agenzia Associated Press che in quel momento si trovava al taglio del nastro della mostra, riuscendo così a immortalare la sequenza dell'assassinio. 

La giuria ha esaminato oltre 80.000 scatti realizzati da oltre 5.000 fotografi, decretando l’immagine dell’ambasciatore come “una foto con un impatto incredibilmente forte”.

Mary Calvert, giurata e fotografa, ha dichiarato: “È stato molto difficile ma alla fine la foto dell’anno doveva essere un’immagine esplosiva che rappresentasse veramente il clima di odio che si respira nella nostra epoca”.

Il corpo dell’ambasciatore russo in Turchia Andrej Karlov giace a terra dopo essere stato colpito a morte dall’attentatore Mevlut Mert Altintas durante l’inaugurazione di una mostra ad Ankara, in Turchia. La foto, realizzata dal fotografo turco Burhan Ozbilici, ha vinto il World Press Photo 2017. Fonte: Burhan Ozbilici / ReutersIl corpo dell’ambasciatore russo in Turchia Andrej Karlov giace a terra dopo essere stato colpito a morte dall’attentatore Mevlut Mert Altintas durante l’inaugurazione di una mostra ad Ankara, in Turchia. La foto, realizzata dal fotografo turco Burhan Ozbilici, ha vinto il World Press Photo 2017. Fonte: Burhan Ozbilici / Reuters

L’anno scorso ad aggiudicarsi il premio nella sezione “Storie” era stato il fotografo russo Sergej Ponomarev con uno scatto che immortalava una barca di migranti sulle coste della Grecia; mentre nella sezione “Sport” il riconoscimento era stato assegnato al russo Vladimir Pesnya con lo scatto "Vetluga's Hockey", raffigurante i giocatori del team Vetluga prima di una partita.

Tra i nomi dei fotografi russi che in passato si sono aggiudicati il premio spiccano anche Elena Chernyshova (terza classificata nella sezione “Daily life”, 2014), Danila Tkachenko (terzo classificato nella sezione “Ritratto”, 2014) e Sergej Ilnitskij (secondo classificato nella sezione “Sport d’azione”, 2013).

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale