Expo, non solo vodka e matrioshke

La presentazione degli ambasciatori russi dell’Expo al ristorante Dubrava di Mosca (Foto: ufficio stampa)

La presentazione degli ambasciatori russi dell’Expo al ristorante Dubrava di Mosca (Foto: ufficio stampa)

La Russia ha presentato gli ambasciatori che a Milano faranno conoscere i sapori e le tradizioni dell’est al mondo. In campo anche un italiano, lo chef Uilliam Lamberti: “Le particolarità di questo paese sono uniche”

Manca poco all’inizio dell’Expo, la grande manifestazione internazionale che si svolgerà a Milano dal 1° maggio. Cosa mostrerà la Russia, che vanta uno dei padiglioni più grandi? Il 5 marzo, nel ristorante Dubrava di Mosca gli ambasciatori russi dell’Expo hanno svelato qualche curiosa anteprima di ciò che si potrà ammirare a Milano.

Seguendo il tema della manifestazione “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”, la delegazione russa porterà nel Belpaese tutta la tradizione culinaria dell’est: cuochi professionisti, giornalisti, blogger e appassionati di cucina racconteranno la tavola russa e ciò che si cela dietro di essa. 

 
Ecco come sarà il padiglione russo

“Vogliamo dimostrare che la Russia non è solo sinonimo di vodka, matrioshke e kalashnikov”, ha detto Sergej Eroshenko, ambasciatore dell’Expo e capocuoco del ristornare Chestnaya kukhnya (La cucina onesta). A raccontare la cucina russa al mondo, oltre a Eroshenko, ci saranno anche importanti esponenti del mondo culinario, come Maksim Syrnikov, Maksim Tarusin, Pavel e Olga Syutkiny, Ruslan Bragin.

La cucina russa al giorno d’oggi va molto di moda - continua Eroshenko -. Sono sicuro che nell’arco di pochi anni tutti i ristoranti si orienteranno verso i piatti della nostra tradizione”.

Non solo ricette e cucina, ma anche prodotti biologici. Aleksandra Shaforost, fondatrice dell’azienda “Società con gusto naturale №1”, e Elena Shifrina, ceo e fondatrice di BioFoodLeb, presenteranno a Milano i propri prodotti e le diverse tecnologie per la coltivazione di cibi biologici. Lo studioso Ruslan Bragin svelerà invece un’antica ricetta di vino di pane. 

La delegazione russa che parteciperà all'Expo (Foto: ufficio stampa)

Tra gli ambasciatori russi a Milano ci sarà anche un italiano: Uilliam Lamberti, co-proprietario e brand-chef dei ristoranti Uilliam’s, Ugolek, Pinch. “Per me è un’esperienza unica - dice -. Sono italiano ma rappresento la cucina russa. Essere ambasciatore all’Expo per me significa mostrare le particolarità della cucina e dei prodotti di questa terra dal punto di vista di uno straniero che vive a Mosca. Le particolarità di questo paese non si trovano in nessun altro posto al mondo”.

Il gruppo di ambasciatori conta in totale sedici persone, tra cui Elena Usanova, presentatrice tv, Maksim Popov, direttore del mercato “Danilovsky rynok”, Anastasiya Kolesnikova, fondatrice del progetto “Mestnaya eda” (Il cibo locale), Ivan e Sergej Beresuzkij, fondatori e capocuochi del ristorante “Twins”, Vladimir Mukhin, capocuoco del ristorante “Selfie” e Andrej Zakharin, redattore capo della rivista Gastronom.

L’Expo 2015 si svolgerà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015. Su una superficie di oltre un milione di metri quadrati 144 paesi allestiranno i propri padiglioni. Secondo le stime, l’Expo attirerà in Italia oltre 20 milioni di visitatori. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta