Fotografi a portata di mano. Ovunque voi siate

Foto: ShutterStock / Legion Media

Foto: ShutterStock / Legion Media

Si chiama Fotata la nuova start up Made in Russia, che consente di trovare professionisti del settore e operatori video per singoli servizi in tutto il mondo

La startup Fotata è un servizio per la ricerca e la prenotazione di fotografi e operatori video per singoli servizi in tutto il mondo e offre già più di 350 fotografi professionisti provenienti da 40 paesi. Il progetto copre tutte le destinazioni turistiche più popolari e permette di trovare alcuni suggerimenti interessanti per più di 100 città. Il servizio è stato sviluppato a San Pietroburgo e lanciato nel settembre del 2013. "La nostra famiglia ha un sacco di amici fotografi professionisti che vivono in diversi paesi", afferma il ceo e fondatore Vladimir Mitrofanov. "Per esempio, una conoscente della Thailandia ha chiesto a mia moglie di unirsi al gruppo VKontakte per raccogliere clienti per alcune sessioni fotografiche. In una sola estate, con poco sforzo, ha ottenuto otto clienti. E abbiamo deciso di fare lo stesso per i nostri amici in altri paesi, Egitto e Turchia, per esempio. Già entro la metà di febbraio 2013, avevamo lanciato la prima versione del sito. Da allora lo abbiamo aggiornato sistematicamente per attirare più fotografi provenienti da ogni parte del mondo. Abbiamo già raggiunto 3.000 visitatori mirati sul sito. Per lo più, si tratta di giovani coppie o di singoli viaggiatori, mentre la maggior parte di loro è di lingua russa".

Come funziona il servizio? Ciascun utente dispone di uno studio personale, dove il fotografo carica le immagini. Il cliente può visualizzarle e se gli piacciono le scarica. Successivamente, il servizio invia al fotografo il pagamento per il lavoro completato. Se al cliente le foto non piacciono, per alcuni motivi tecnici, Fotata richiede l’opinione di altri fotografi indipendenti e decide se i reclami sono fondati. Se la scarsa qualità del lavoro viene confermata da elementi oggettivi, al fotografo non viene inviato il denaro. Perciò, utilizzando il servizio di Fotata, i clienti possono ridurre al minimo i rischi. Questo è un modo diretto per una sorta di "autoregolamentazione" della comunità professionale.

Inoltre, il denaro viene trasferito direttamente al fotografo solo dietro parola d’onore che il lavoro ha soddisfatto le aspettative del cliente. Il sito ha anche un sistema di valutazioni e recensioni, che incide sul numero di ordini per il fotografo: più alto è il punteggio, maggiori sono le offerte nei risultati di ricerca e maggiore è la fiducia dell'utente in quel particolare fotografo. La lealtà tra le parti coinvolte è un elemento critico del servizio e dà alle parti coinvolte la massima libertà d'azione, con la richiesta di seguire le regole del gioco.

Attualmente, sul sito c'è un significativo squilibrio tra domanda e offerta. La maggior parte delle richieste in un modo o nell'altro è collegata a matrimoni, passeggiate romantiche, una storia d'amore, una passeggiata o luoghi non standard nei soliti posti turistici. Di conseguenza, quei fotografi che saranno in grado di fare rapidamente proposte di alta qualità in questi ambiti a un prezzo accessibile potranno trovare rapidamente un sacco di clienti.

Sebbene la società sia completamente autofinanziata - dall'inizio del suo sviluppo i proprietari hanno speso circa 14 mila dollari – il team di Fotata è adesso alla ricerca di investitori che siano in grado di assicurarne lo sviluppo in modo intensivo. Nel corso dei prossimi tre anni, secondo Mitrofanov, Fotata prevede di raggiungere un fatturato di 100 milioni di rubli, 100.000 prenotazioni all'anno ed entrare nel mercato mondiale conquistando il 25 per cento del mercato per la prenotazione di servizi fotografici in tutto il mondo.

"Ci stiamo muovendo con gradualità e siamo fiduciosi nella solidità della strategia scelta", ha aggiunto Vladimir Mitrofanov. Natalia Afonaseva, capo redattore del sito di San Pietroburgo Peterburg2.ru ha detto che Fotata pone l'accento sul servizio fotografico, ma che questo non è il suo concetto vincente: "I viaggiatori preferiscono spendere più tempo per girovagare e fare nuove esperienze. Mi piacerebbe che fossero presenti dei portfoli fotografici. Stiamo assistendo a un trend di globalizzazione delle informazioni. Stando a San Pietroburgo, grazie alle comunicazioni moderne, è possibile scrivere su qualsiasi cosa. È più difficile con la fotografia - non si ha sempre la possibilità di inviare un fotografo dello staff in un'altra città o addirittura in un altro paese solo per il gusto della storia. Una risorsa in grado di fornire questo servizio rappresenta un grosso aiuto in una situazione del genere".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta