Un occhio digitale anti-infrazioni

Spider Web, il nuovo software in grado di monitorare il traffico (Fonte: Sergei Kuksin/RG)

Spider Web, il nuovo software in grado di monitorare il traffico (Fonte: Sergei Kuksin/RG)

I reati connessi al traffico automobilistico sono in continuo aumento: dalle violazioni del codice della strada ai furti. E adesso la polizia stradale sperimenta un nuovo software

Nome in codice: Spider Web. E si tratta di un software che elabora in maniera analitica le informazioni sul traffico stradale provenienti in tempo reale dalle telecamere a circuito chiuso. Se il programma vede che una vettura ha deviato da uno dei suoi soliti percorsi, invia un segnale di allarme ai servizi di polizia stradale. Il sistema è già stato installato in tre distretti federali e nella città di Mosca. Il vice capo della Direzione della polizia stradale del ministero dell'Interno russo di Mosca Viktor Kovalenko ha spiegato che il nuovo sistema sarà distribuito in tutte le regioni russe, ma la sua efficacia potrebbe essere meglio valutata a Mosca, dove è presente il maggior numero di telecamere a circuito chiuso: circa 110.000, di cui 700 telecamere in grado di fornire una documentazione fotografica delle violazioni delle regole del traffico.

Multe più salate per una guida sicura


Come funziona. Spider Web è in grado di identificare i marchi automobilistici. Finora riconosce solo sette marchi principali, ma la sua funzione di apprendimento è in continuo miglioramento. Combinando le informazioni sulla vettura con la parte visibile della targa, il sistema è in grado di identificare singoli veicoli anche quando è stata ripresa solo una parte della targa. È in grado di riconoscere e di controllare attingendo alle banche dati federali tutti i tipi di targhe, incluse quelle straniere. Presso la direzione della polizia stradale di Mosca è presente un grande monitor sul quale è visibile una mappa della città costellata di numerosi rettangoli blu ciascuno contrassegnato da un numero. Si tratta delle pattuglie della polizia in servizio in città. Improvvisamente, appare un cerchio arancione sul monitor e l'ufficiale di servizio vede un messaggio sullo schermo del suo computer che dice che una video camera ha identificato una vettura che potrebbe essere sulla lista dei veicoli rubati. L'ufficiale contatta immediatamente la pattuglia della polizia più vicina dandogli le informazioni sul veicolo e sulla sua posizione e la incarica di fermarla e controllare.

Il rilevamento delle anomalie. Spider Web ha proprietà più ampie, che sono attualmente in fase di test. Di solito, una persona, a mano che non sia un tassista, segue sempre le stesse rotte. Nel corso dei mesi e degli anni queste rotte diventano più o meno le stesse: da casa al lavoro, dal lavoro al supermercato, da casa al supermercato. Di tanto in tanto c’è un viaggio verso la dacia e ritorno. Il sistema ha già memorizzato i percorsi dei singoli veicoli che si muovono costantemente nella città. Il nostro corrispondente ha potuto accertarlo inserendo i parametri della sua automobile nel sistema. Se una macchina prende improvvisamente un percorso inusuale, il sistema invia un segnale all’ufficiale di servizio. Che da a sua volta l’ordine di fermare l'auto e controllare i documenti del conducente. Tuttavia, a meno che non ci sia una speciale operazione di polizia in corso, nessuno monitora le auto per tutto il tempo. Semplicemente a un certo punto un cerchio arancione appare sul monitor e viene visualizzato un messaggio sullo schermo che inviata a controllare una vettura.


Le prospettive. Il sistema ha già dimostrato la sua utilità nel corso delle operazioni speciali della polizia. Grazie a Spider Web, la polizia ha catturato una banda di ladri d'auto che aveva utilizzato delle targhe rubate in Bielorussia e aveva commesso una serie di altri reati gravi. "Nei primi 11 mesi del 2012, sono stati rubati a Mosca 11.994 veicoli, a fronte dei 10.251 dello stesso periodo di quest'anno. Ma questo risultato non è dovuto soltanto a Spider Web. Abbiamo introdotto alcune modifiche fondamentali nel modo di condurre le operazioni speciali", ha spiegato Viktor Kovalenko. Aggiungendo che la polizia sta prendendo in considerazione l’idea di dare agli automobilisti la possibilità di gestire alcune funzioni del sistema stesso. In particolare, i conducenti dovrebbero poter inviare un sms a un numero prestabilito dicendo che la loro auto è stata parcheggiata e deve rimanere nel parcheggio. Dopo un altro messaggio, la vettura viene rimossa dalla sorveglianza virtuale. Se però nel tempo intercorso tra i due messaggi l'auto viene ripresa in movimento da una delle telecamere, viene inviato immediatamente un segnale alla polizia stradale permettendo di rintracciare i ladri d'auto.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta