Maggio in Russia, al via il week end lungo delle feste

Scuole e uffici chiusi per le feste di maggio a Mosca e in tutta la Russia (Foto: Dmitri Korobeinikov/RIA Novosti)

Scuole e uffici chiusi per le feste di maggio a Mosca e in tutta la Russia (Foto: Dmitri Korobeinikov/RIA Novosti)

Molti russi allungheranno il ponte del Primo Maggio fino al 9, Giorno della Vittoria, e ne approfitteranno per andare in vacanza. Per chi resta a Mosca, invece, tanti eventi imperdibili

Agli inizi di maggio, i russi celebrano due festività ereditate dall’Unione Sovietica: la Festa dei Lavoratori il Primo Maggio e il Giorno della Vittoria il 9.

Le festività di maggio

1° maggio: la storia del Primo Maggio, il Giorno della Festa dei Lavoratori, ha inizio nel luglio del 1889, quando il II Congresso dell’Internazionale decise di festeggiare ogni anno, in questa data, il proletariato di tutto il mondo, in memoria dell’eroica lotta degli operai americani di Chicago contro i capitalisti e gli sfruttatori;

9 maggio: Giornata della Vittoria del popolo dell’Unione Sovietica sulla Germania nazista durante la Grande Guerra Patriottica del 1941-1945. Il Giorno della Vittoria (il Giorno della Gloria Militare della Russia) è una delle feste più sentite dai russi, assieme al Capodanno e al giorno del proprio compleanno

Così, i nove giorni di festa che accompagnano la loro celebrazione, diventano per molti un’ottima occasione per prendersi una vacanza, ma c’è anche chi preferisce approfittarne per dedicarsi alle faccende domestiche. Per chi sceglie di rimanere a Mosca, la capitale offre un ricco programma di intrattenimenti.

Le festività di Maggio sono diventate già da tempo una sorta di vacanza alternativa per i russi: quasi un quarto dei cittadini della Federazione si prende, per conto proprio, tre giorni di ferie, per poter godere di un lungo riposo.

Tuttavia, non tutti aspirano a una lunga vacanza. Secondo un sondaggio condotto da Superjob, più della metà dei russi preferisce non prendere dei giorni di ferie extra durante le festività. “Per andare da qualche parte in questi giorni ci vogliono un sacco di soldi. Se si decide di rimanere a casa, i giorni festivi sono sufficienti”, “Vengo pagato a cottimo, pertanto non ha molto senso che mi prenda dei giorni per riposare”, “Andrò in vacanza più avanti,  mentre ora mi dedicherò alle faccende domestiche”, sono stati i commenti degli intervistati.

Quelli che restano a casa, quasi un terzo (il 36 per cento), hanno intenzione di trascorrere i giorni festivi a casa, nella propria città natale. Gli intervistati hanno in programma di dedicarsi alla famiglia e di andare a trovare gli amici e i parenti. Il numero di russi invece che andranno a rilassarsi nelle proprie dacie fuori città è diminuito rispetto all’anno scorso (il 17 per cento contro il 26 del 2012). Molti rinunciano ad andare fuori città a causa del freddo. Solo l’8 per cento dei russi progetta di trascorrere i giorni festivi immerso nella natura.

Durante i ponti dei primi giorni di maggio viaggerà solo il 7 per cento degli intervistati; di questi poco meno della metà viaggerà per la Russia.

Coloro che, durante le feste, rimarranno a Mosca, non avranno, in alcun caso, motivo di annoiarsi: oltre alle manifestazioni tradizionali dei sindacati e dei partiti politici, nella capitale, sono previsti più di 3.500 eventi dedicati all’apertura della stagione dei parchi, alla Giornata della Primavera, alla Festa dei Lavoratori e al Giorno della Vittoria.

Come comunicato dal capo del Dipartimento della Cultura di Mosca, Sergei Kapkov, quest’anno verranno aperti 150 spazi ricreativi nei distretti, nei parchi, lungo i viali e nelle zone pedonali. “Dal 1° al 5 maggio, il Parco Gorky si trasformerà in un grande villaggio turistico, dove verrà ricreata l’atmosfera di alcune città marittime di epoche diverse: Istanbul, il Mediterraneo, una tipica pensione sovietica”, ha raccontato Kapkov. Inoltre, nel Parco Gorky verrà allestita una spiaggia artificiale, per la quale sono state trasportate appositamente millecinquecento tonnellate di sabbia e centocinquanta lettini.

Per il Primo Maggio, nel parco Krasnaja Presnja, verrà organizzato un festival di musica jazz, nel Muzeon un festival di teatro artistico di strada, e nel Fili la festa dei fiori. “Il Giardino Hermitage celebrerà il Primo Maggio in stile sovietico: l’atmosfera della Unione Sovietica verrà ricreata mediante le installazioni e il concerto di canzoni sovietiche”, ha ricordato Kapkov.

Nella Giornata della Vittoria, il 9 maggio, si svolgerà la tradizionale parata dei moscoviti lungo la via Tverskaja, in memoria di quanti parteciparono alla Grande Guerra Patriottica. Nello stesso giorno, sulla Collina Poklonnaja, alle ore 18, verrà organizzato uno spettacolo equestre con la partecipazione dell’Orchestra presidenziale, la scuola di equitazione del Cremlino e una scorta della cavalleria del Reggimento presidenziale. A partire dalle 20.30 e fino alle 22, un gruppo di giovani artisti si esibirà eseguendo una serie di canzoni militari.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie