Svelato “Checkmate”, il nuovo caccia russo leggero monomotore di quinta generazione

Sergej Fadeichev/TASS
Era una delle novità più attese della fiera dell’aviazione russa MAKS-2021. Caratterizzato da bassa visibilità e da elevate prestazioni di volo, sarà un degno concorrente del caccia statunitense F-35

È stato finalmente presentato “Checkmate”, il nuovo caccia russo leggero monomotore di quinta generazione, svelato il 20 luglio al salone aerospaziale MAKS 2021, in corso a Mosca fino al 25 luglio. Il progetto era stato mantenuto segreto fino ad ora. 

Pensato principalmente per essere esportato nei mercati del Medio Oriente, America Latina, Asia-Pacifico e Africa, “Checkmate” è considerato un degno concorrente dell’F-35.

Il nuovo rivale dell'F-35

“Checkmate” è stato progettato dalla JSC Sukhoi Company, una delle principali aziende del settore aerospaziale russo, parte della russa United Aircraft Corporation (di proprietà di Rostec); per questo si dice che sia basato sulla stessa tecnologia utilizzata per costruire il jet da combattimento più avanzato della Russia: il Sukhoi Su-57.

“Il ‘Checkmate’ è stato progettato utilizzando le basi tecniche e scientifiche ottenute durante lo sviluppo del velivolo da combattimento Su-57 di quinta generazione e con le tecnologie dei supercomputer”, ha spiegato Mikhail Strelets, capo progettista del jet.

A differenza del ben più pesante bimotore Su-57, il “Checkmate” viene classificato come caccia leggero monomotore, paragonabile all'F-35 degli Stati Uniti o al Saab JAS 39 “Gripen” della Svezia.

Secondo i progettisti, il principale vantaggio di questo velivolo rispetto all’F-35 prodotto dagli Stati Uniti è la riduzione dei costi operativi e di manutenzione.

Se il costo per ora di volo dell'F-35 è di circa 33.000 dollari, il jet russo dovrebbe consumare solo 5.000 dollari per ora di volo, il che lo rende un'alternativa attraente per i paesi che vogliono ammodernare la propria flotta con i più recenti jet da combattimento, risparmiando denaro. 

Il jet russo è inoltre molto più economico rispetto all’F-35, il cui costo si aggira intorno agli 80 milioni di dollari. 

“Si tratta di un caccia leggero di quinta generazione, analogo ai velivoli stranieri F-35, Gripen e Rafale - ha detto Sergej Chemezov, capo della Rostec State Corporation, al salone MAKS -. Ma solo noi ci siamo posti l’obiettivo di produrre un aereo molto più economico ed efficiente. Avrà un prezzo, spero, che si aggirerà intorno ai 25-30 milioni di dollari mentre loro [gli altri paesi] hanno fissato un prezzo che va dai da 60 ai 90 milioni di dollari”.

“Considerando le caratteristiche di volo e le grandi capacità di attacco e ricognizione di questa macchina, oltre alla bassa visibilità radar, speriamo che possa essere un buon concorrente rispetto ai principali costruttori occidentali di caccia leggeri monomotore multifunzionali di quinta generazione”, ha detto Dmitrij Shugaev, direttore del servizio federale per la cooperazione Tecnico-Militare.

Secondo il vice presidente del governo russo Yurij Borisov ci sarebbe già un primo acquirente; non sono trapelati nomi, ma si tratterebbe delle forze aeree di un paese straniero.

Tuttavia le tempistiche per l'esportazione del jet “Checkmate” sembrano allungarsi di quattro anni, visto che bisognerà aspettare il 2023 prima che vengano effettuati i primi test di volo; solo allora l'azienda sarà pronta a lanciare la produzione di massa e ad esportazione il nuovo jet da combattimento.

Le potenzialità del “Checkmate”

Il velivolo sarà in grado di colpire obiettivi sia aerei che terrestri; avrà un’autonomia di circa 3mila km e un carico utile di circa 7,4 tonnellate.

Così come si legge sul sito web dell’azienda, potrà trasportare fino a cinque missili aria-aria per individuare e distruggere i jet nemici di quinta generazione nei combattimenti ravvicinati e a lungo raggio. Inoltre, può essere equipaggiato con cannoni per la distruzione di obiettivi di terra. 

Nel complesso, l'aereo è caratterizzato da una bassa visibilità radar e il suo sistema di supporto logistico automatizzato (chiamato “Matreshka) è stato sviluppato da zero. 

Uno dei principali vantaggi di questo jet è la possibilità di essere personalizzato sulla base delle esigenze del cliente. Infine, United Aircraft Corporation sta lavorando per creare una versione senza pilota, basata sull'attuale prototipo.

LEGGI ANCHEI cinque migliori aeroplani russi di tutti i tempi

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie