“Pronto, sono Oleg”: dalla Russia la prima segreteria telefonica virtuale che risponde come un umano

Russia beyond (Photo: Legion media)
Il programma, sviluppato dalla banca Tinkoff, riesce a riconoscere le chiamate in entrata e a rispondere adeguatamente sulla base di un campione di 110 milioni di conversazioni telefoniche. E può mandare a quel paese i truffatori

“Vika, ciao! Mi presteresti 500 rubli?”

“Ciao! Viktoria non è disponibile. Risponde il suo assistente Oleg. Cosa devo riferire?”

“Ciao Oleg”.

“Ok, riferisco. C’è altro da aggiungere?”

“Che stupido, ca**o, Oleg!”.

“Ehm, ehm. Di certo riferirò le sue parole, ma ne sostituirò alcune con dei ‘bip-bip’”. 

Ecco il dialogo tra la persona alla quale non ho voluto rispondere e il primo “segretario virtuale” al mondo, Oleg, lanciato dalla banca russa Tinkoff il 3 giugno 2021. Gli sviluppatori hanno iniziato a lavorarci a marzo 2020 elaborando un campione di 110 milioni di telefonate registrate. 

Oleg risponde, registra e decodifica le chiamate in entrata effettuate sia dai contatti della rubrica, sia da numeri sconosciuti. L’assistente virtuale è inoltre capace di riconoscere il numero in entrata, perciò quando risponde sa già chi sta chiamando, e ciò vale sia per gli amici, sia per le telefonate spam, ma anche per le chiamate delle banche, delle cliniche e di qualsiasi altra organizzazione. Inoltre, durante la conversazione Oleg è in grado di riconoscere il discorso dell'interlocutore e di adattarsi a seconda della situazione: può essere estremamente gentile con uno dei contatti della rubrica, o iniziare a canzonare il losco truffatore che dall’altra parte della linea cerca di spillare i dati della carta di credito. 

Ecco uno dei dialoghi fra Oleg e un imbroglione, pubblicato online:

“Pronto?”.

“Pronto”.

“Sono Kirill Vitalievich, salve!"

“Dica pure”.

“La chiamo dalla direzione principale del Ministero degli Affari Interni della Russia”.

“Lei è un robot o un umano?”

“Un umano, stronzo!”

“Facciamo in modo che ognuno si occupi del proprio lavoro: io prendo appunti, lei cosa fa?”.

“Ora sto per fotterti, mi hai già rotto il ca**o, Oleg di m**da! Vai a ca**re! Adesso ti mando subito a fare in ****. ***** ** *****! Sei un figlio di *******, Oleg! *****!”.

“La sento un po’ agitata, ha mangiato pesante?”. 

Tutte le chiamate registrate e le trascrizioni delle conversazioni vengono inviate al destinatario attraverso la app della banca Tinkoff, o attraverso la chat di Telegram o del social network russo VKontakte. Per utilizzare l’assistente virtuale, poi, non è necessario essere clienti della banca. 

Inoltre, a fronte di una chiamata persa, Oleg può ritelefonare e chiedere all’interlocutore la ragione per cui aveva chiamato. È prevista anche la funzione chat. 

Al momento l’assistente Oleg è disponibile in versione beta; ma nei prossimi mesi, secondo il sito della banca, acquisirà nuove funzioni e competenze.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie