Creato in Russia un nuovo materiale per stampanti 3D resistente come il metallo

Pixabay

I ricercatori dell’Istituto di combinazioni Macromolecolari dell’Accademia russa delle Scienze hanno presentato un nuovo materiale per la stampa in 3D molto più resistente del normale. Lo riporta l’agenzia Tass, citando Sergej Lyulin, direttore dell’Istituto.

“Abbiamo utilizzato materiali basati su polimeri resistenti al calore, a partire dai quali si può produrre un filamento; si tratta di un filo di polimero che alimenta le stampanti 3D. Negli oggetti realizzati, tali filamenti dimostrano un’elevata resistenza, da 90 a 100 megapascal; l’acciaio, per intenderci, varia da 200 a 300”, ha spiegato Lyulin.

Secondo lui, il problema principale della robustezza degli articoli polimerici fabbricati con stampante 3D deriva dalla loro struttura porosa. Tuttavia questo nuovo materiale risulta particolarmente solido e resistente alle alte temperature. Pertanto può essere utilizzato sia nell’industria, sia nella medicina, ad esempio per realizzare vasi sanguigni artificiali e recipienti per la conservazione del sangue.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie