Dalla Russia il nuovo dispositivo di controllo cardiaco che potrebbe rivoluzionare le nostre vite

Pixabay
Basato sull’intelligenza artificiale e sviluppato dai ricercatori di Skolkovo per monitorare l’attività degli astronauti, potrebbe essere presto introdotto nella sanità al servizio delle persone comuni

I ricercatori dell’Istituto di Scienze e Tecnologie di Skolkovo (Skoltech) di Mosca hanno messo a punto un dispositivo ad alta precisione basato sull’intelligenza artificiale in grado di controllare senza interruzione l’attività del cuore. La notizia è stata pubblicata sul sito ufficiale dell’Istituto.

Il dispositivo è destinato principalmente agli astronauti, il cui organismo è messo a dura prova durante i voli nello spazio.

“Il team di Skoltech ha creato un dispositivo in grado di monitorare le condizioni del sistema cardiovascolare dei cosmonauti durante l'addestramento sulla Terra, i voli e la successiva riabilitazione”, si legge.

Grazie all’intelligenza artificiale e ai più recenti metodi di elaborazione e di analisi dei dati, il dispositivo è in grado di trasmettere le registrazioni del processo cardiaco tramite un canale wireless. Secondo gli studiosi, un sistema così avanzato dal punto di vista tecnologico potrebbe avere ripercussioni ben al di là del settore spaziale.

“La soluzione che ci siamo proposti potrebbe essere utile non solo per i cosmonauti, ma anche per le persone normali sulla Terra - sostiene Natalia Glazkova, dottoranda presso il Centro cosmico di Skoltech -. I disturbi del sistema cardiovascolare rappresentano le principali cause di mortalità della popolazione in Russia e in altri paesi. Riteniamo che un tale sistema di raccolta dati e analisi dell'attività cardiaca potrebbe contribuire allo sviluppo dei settori legati alla tutela della salute: dalla medicina personalizzata allo sviluppo di mezzi efficaci di profilassi delle malattie cardiovascolari, contribuendo al contempo a migliorare notevolmente la qualità e l'aspettativa di vita”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie