Sei auto per disabili fabbricate in Unione Sovietica

Erano lente, rumorose e piccole, e spesso venivano prese in giro da chi guidava macchine normali, ma furono un mezzo di trasporto importante per i tanti mutilati di guerra e per gli invalidi, a cui erano concesse gratuitamente dallo Stato

1. KMZ K-1V

Il primo veicolo sovietico per disabili apparve nel 1947, e fu come una ventata di aria fresca per i molti veterani di guerra che erano tornati a casa dal fronte mutilati.

Il KMZ K-1V era lontano dall’essere un veicolo ideale. Abbastanza fragile, si rompeva spesso e richiedeva importanti riparazioni. Inoltre, era difficile da guidare, e i suoi guidatori gli dettero un soprannome lugubre: “Grazie a Hitler”.

2. SMZ S-1L

Le persone disabili potevano guidare questa mini-macchina solo con le mani, e un’altra versione richiedeva solo una mano.

A causa del suo unico faro anteriore, la SMZ S-1L fu soprannominata “il Ciclope”.

3. SMZ S-3A

Alla fine degli anni Cinquanta la SMZ S-3A a quattro ruote sostituì la precedente mini-macchina a 3 ruote. Il suo motore doveva spingere un veicolo piuttosto pesante (425 kg), e beveva un sacco di benzina. Tuttavia, i prezzi bassi del carburante di quel periodo facevano sì che questo non fosse un problema per i proprietari.

4. SMZ S-3D

Con oltre 230 mila veicoli prodotti, questa mini-macchina divenne il principale veicolo prodotto in serie per i conducenti disabili dell’Unione Sovietica. La SMZ S-3D veniva data gratuitamente per cinque anni, dopo di che gli invalidi avevano la possibilità di acquisirne una nuova. Inoltre, dopo due anni e mezzo, il proprietario aveva il diritto di richiedere riparazioni complete a spese dello Stato.

5. ZAZ 968

Questo macinino era rumoroso e angusto, ma i conducenti apprezzavano il fatto che fosse efficace per attraversare terreni accidentati e facile da riparare. La ZAZ 968 aveva diversi assetti per persone con diversi tipi di disabilità: chi era senza le gambe; chi mancava di una gamba (ma aveva entrambe le mani) e chi mancava di una mano e di una gamba.

6. SeAZ-1111-01

Questa è stata una delle ultime auto in generale progettate in Unione Sovietica e l’ultima per i conducenti disabili. A differenza dei suoi predecessori, che erano noti per avere una cabina scomoda, la SeAZ-1111-01 era accogliente e spaziosa. Il veicolo fu ampiamente distribuito tra i disabili fino alla metà degli anni 2000.

Perché Gorbachev decretò la rovina della più bella macchina sovietica? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie