Cinque tecnologie moderne che sono state inventate in Russia

Getty Images, Museo di Perm, dominio pubblico
In qualche lontano angolo della Siberia o in qualche gabinetto scientifico di San Pietroburgo sono nate idee in grado di cambiare la nostra vita. Ecco quali

1 / Saldatura

La prima apparizione della saldatura russa fu su un bicchiere. Di metallo, ovviamente. I primi esperimenti che portarono alla scoperta della saldatura (un processo che unisce i metalli usando il calore elevato per fondere insieme le diverse parti) furono condotti all’inizio del XIX secolo, simultaneamente e indipendentemente, dall’ingegnere russo Vasilij Petrov e dall’ingegnere inglese Humphry Davy. Entrambi scoprirono l’arco elettrico, ma mentre il primo arco di Davy era a impulsi brevi e a temperatura più bassa, quello di Petrov poteva resistere più a lungo e produrre temperature sufficienti a fondere i metalli.

All’inizio del XIX secolo, l’esperimento di Petrov era solo pura scienza. Tuttavia, nel 1881, l’ingegnere e inventore russo Nikolaj Benardos, che lavorava con Pavel Jablochkov (l’inventore della lampada elettrica ad arco a carbonio), scoprì che un arco elettrico può essere usato per fondere insieme i metalli: la saldatura, insomma. Nel 1885, Benardos brevettò la sua scoperta e nel 1888 iniziò l’uso industriale del metodo. Allo stesso tempo, un altro ingegnere russo, Nikolaj Slavjanov, suggerì di usare elettrodi di metallo al posto di quelli di carbonio, il che consentiva la saldatura di metalli con punti di fusione molto alti. Ad esempio, Slavjanov creò il suo famoso “bicchiere”, un cilindro composto da otto metalli con punti di fusione elevati saldati insieme.

2 / Latte in polvere

Il latte in polvere è un ingrediente essenziale negli alimenti per bambini e tutti lo abbiamo mangiato / bevuto quando eravamo piccoli. Pochi, tuttavia, probabilmente sanno che proviene originariamente da aree remote della Siberia.

Nel 1792, Ivan Erich, un interprete proveniente dalla Mongolia, scrisse per la prima volta che a Dauria (nella regione del Transbaikal) i mongoli locali gelavano il latte in inverno in dei piatti, e quindi facevano sciogliere questo ghiaccio al sole, facendo evaporare la parte acquosa, e avendo come risultato il “latte in polvere” . “Presto, un medico che lavorava nella stessa zona introdusse questo mezzo di stoccaggio del latte al pubblico più ampio.

Osip Krichevskij, l’inventore riconosciuto del latte in polvere, lavorava come medico nell’impianto di fusione dell’argento di Nerchinsk (regione del Transbaikal, oltre 5.000 km da Mosca). Notò che gli jakuti, che lavoravano in gran numero nell’impianto, asciugavano il latte a quel modo. Krichevskij capì che il latte in polvere sarebbe potuto tornare utile “nei viaggi navali, dove è necessario cibo fresco e nutriente”. Osservò anche che “gli europei non conoscono ancora questo prodotto siberiano”.

Krichevskij utilizzò la tecnologia per conservare il latte a Nerchinsk, dove morì nel 1832. Anche la produzione di latte in polvere industriale iniziò in Russia, a San Pietroburgo, nel 1832, sotto la guida del chimico M. Dirchov. Tuttavia, il primo brevetto per questa tecnologia fu acquisito da un inglese, T.S. Grimwade, nel 1855.

3 / Estintori a schiuma

Spegnere un fuoco con l’acqua non è così efficace come sembra. E così un russo decise di usare la schiuma. Aleksandr Loran, un ingegnere russo di discendenza francese, nato a Kishinjov (ora Chișinău, capitale della Repubblica di Moldavia) cercava un modo per creare un estintore efficace, essendo stato testimone di un sacco di incendi. All’inizio del XX secolo, Loran, un ingegnere che aveva studiato chimica a San Pietroburgo e a Parigi, lavorava come insegnante a Bakù, la più grande città dell’Azerbaijan, che all’epoca era il centro dell’industria petrolifera dell’Impero Russo. Gli incendi di petrolio erano un grosso problema e non potevano essere estinti con acqua o estintori a polvere.

La leggenda narra che Loran stesse bevendo birra con un amico quando urlò: “Eureka!”. Presto, Loran condusse il suo primo esperimento, provando a spegnere una pozzanghera di petrolio in fiamme usando la birra schiumata, e funzionò! Loran inventò quindi una sostanza schiumogena e fondò un marchio che produce estintori, chiamandolo “Eureka”. Brevettò il suo sistema in Russia e negli Stati Uniti nel 1907.

4 / Gridshell (gusci strutturali a graticcio)

È interessante notare come una tecnologia concepita nel XIX secolo abbia trovato la sua piena applicazione nel XXI: l’architetto e ingegnere russo Vladimir Shukhov era un genio avanti di molti anni sui suoi tempi.

La struttura a griglia diagonale (anche diagrid o gridshell) fu inventata e brevettata da Shukhov nel 1895-1899. I suoi vantaggi sono il peso ridotto e la capacità di resistere a forti sollecitazioni a causa dell’elasticità della costruzione; bassa corrosione, con poco o nessun spazio per le infiltrazioni d’acqua: basso costo e lunga durata. Oggi, la maggior parte delle torri e dei padiglioni di Shukhov in Russia sono ancora intatti dopo più di 100 anni, nonostante una manutenzione scarsa o nulla.

La sua invenzione ha contribuito a definire in modo significativo l’architettura del XXI secolo: il gridshell è ora impiegato da architetti di fama mondiale come Richard Buckminster Fuller, Norman Foster, Nicholas Grimshaw e molti altri. Non era così popolare durante il XX secolo, tuttavia, perché la sua costruzione richiede calcoli scrupolosamente precisi, che sono molto più facili da completare oggi grazie ai computer. Ma anche senza questa tecnologia di calcolo a disposizione, Shukhov riuscì a creare le prime torri a guscio e i padiglioni industriali per l’Esposizione Industriale e Artistica di Russia del 1896, a Nizhnij Novgorod.

5 / Misurazione della pressione sanguigna

Questa pratica medica comune è une delle più antiche, ed è usata ancora oggi per la sua accuratezza. La pressione sanguigna è una delle misurazioni più importanti che possono essere rilevate sul corpo umano e aiuta a diagnosticare varie malattie e condizioni patologiche. Durante la misurazione della pressione sanguigna, i medici usano solitamente due cifre: pressione sistolica (massima durante un battito cardiaco) e pressione diastolica (minima tra due battiti cardiaci).

C’erano stati molti metodi di misurazione della pressione sanguigna poco accurati prima che il patologo italiano Scipione Riva-Rocci inventasse il bracciale pneumatico che circondava il braccio e era collegato a uno sfigmomanometro a mercurio. Veniva posto sul braccio, gonfiato, e poi il medico teneva le dita sul polso del paziente. Quando non veniva rilevato alcun impulso, ciò significava che il bracciale aveva bloccato completamente il flusso sanguigno e la pressione interna al bracciale era identica alla pressione sistolica. Tuttavia, questo metodo non permetteva di rilevare la pressione diastolica.

Nikolaj Korotkov era un medico russo che inizialmente aveva lavorato come medico militare e poi passò alla chirurgia vascolare. Nel 1904, mentre misurava la pressione del sangue di un paziente usando il bracciale di Riva-Rocci, posò accidentalmente il suo stetoscopio sull’arteria brachiale del paziente, e sentì dei suoni tonanti che in seguito furono intitolati a lui. L’arteria, in questo caso, è simile a un tubo contenente un fluido, che viene schiacciato dal bracciale. Quando la pressione nel bracciale è al di sopra della sistolica, non si sente alcun suono. Non appena sono uguali, un po’ di sangue è in grado di passare al di sotto del bracciale, e appaiono dei suoni tonanti. Quando finiscono, significa che il sangue scorre liberamente. Quindi il momento in cui i suoni finiscono indica la pressione diastolica.

Korotkov descrisse questo metodo nel 1905 in un rapporto di mezza pagina. Nel 1935, l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo approvò come l’unico metodo di rilevazione del sangue non invasivo, ed rimasto standard fino ad oggi.

Le cinque più grandi invenzioni realizzate da stranieri in Russia 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie