Ingegneri russi sviluppano dispositivo che permette ai non vedenti di spostarsi in maniera autonoma

Pixabay

Gli ingegneri dell'impresa russa Business Bureau hanno sviluppato un sistema di informazione multi-canale che consente alle persone non vedenti di orientarsi in maniera molto più indipendente. Lo scrive il giornale Izvestia

Il dispositivo, chiamato SOMSI, non è altro che un piccolo apparecchio che analizza l'ambiente circostante attraverso il suono e le immagini video, e si basa su un algoritmo di intelligenza artificiale.

Dopo aver raccolto i dati tutt'intorno, il dispositivo li trasmette via internet attraverso una piattaforma che li analizza e li trasforma in un messaggio vocale e in uno stimolo tattile. 

Inoltre, anche se la persona si muove rapidamente, può ricevere informazioni su ciò che accade attorno a una distanza di varie decine di metri. Il dispositivo è infatti capace di determinare la distanza tra l’individuo e gli ostacoli grazie all’uso di ultrasuoni. Un valido strumento per persone che soffrono di disabilità visive ma anche uditive.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie