Armi, ecco i rifornimenti che la Russia sta per vendere all’estero

Aleksej Kudenko/Sputnik
Fregate, missili ed elicotteri per potenziare gli eserciti asiatici ed africani. Ecco le prossime consegne

Il complesso dell’industria bellica russa otterrà altri 300 milioni di dollari da varie strutture militari straniere. Si tratta perlopiù di paesi asiatici ed africani, che verranno riforniti con le ultime tecniche di guerra prodotte nel paese. Ecco chi e cosa otterrà.

I rifornimenti all’Asia

L’India otterrà due fregate russe del progetto 1135.6. Si tratta di due navi destinate alla Flotta russa del Mar Nero, ma i militari hanno deciso che al momento la regione ha un numero sufficiente di mezzi e per questo potrebbero ben presto essere consegnate al paese partner.
Queste navi possono essere equipaggiate con i famigerati missili da crociera Kalibr o con i missili anti-nave Oniks.

Inoltre i funzionari russi hanno fatto sapere che l’India è in lista per ottenere il sistema di difesa aerea Triumph S-400. Il contratto dovrebbe essere firmato entro la fine del 2018.
La Russia prevede inoltre di consegnare il primo lotto del missile BrahMos a uno dei paesi asiatici (non si sa ancora precisamente quale sarà il destinatario e il nome resterà top secret fino alla fine dei negoziati).

Inoltre si prevede di firmare importanti contratti anche con le Filippine: al momento i due paesi stanno negoziando la fornitura di alcuni sottomarini elettronici diesel del progetto 636.6 Warshavyanka.
Questi sottomarini dotati di missili da crociera Kalibr sono tra i più silenziosi al mondo. Dovrebbero essere acquistati dalle Filippine.
Un’altra consegna è prevista per l’Indonesia: il paese ben presto riceverà il nuovo sistema di artiglieria semovente da 125 mm “Sprut-SDM1”, un’arma anti-carro.

I rifornimenti all’Africa e al Medio Oriente

Il lotto di armi più grande per queste regioni sarà destinato all’ex nave d’assalto russa, ora egiziana, di classe Mistral. Durante la manifestazione Army 2018 i due paesi hanno poi ribadito l’intenzione di firmare un contratto per la consegna di elicotteri da battaglia Ka-52K destinati alle navi. I dettagli tecnici non sono ancora stati chiariti.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie