Viaggi in fuoristrada, arriva la app per tutti gli appassionati dell’off road

Burns Offroad
Elaborata da un giovane imprenditore russo, l’applicazione gratuita offre tragitti e mappe off line specifiche per le zone più difficili da raggiungere, anche con un 4x4. In pochi mesi è già stata scaricata da oltre 15.000 utenti dell’Europa orientale e ora si prepara a conquistare il mercato del Nord America

Hotel prepagati, viaggi organizzati, chiassose comitive. Molti di voi staranno già sbadigliando al solo pensiero di visitare un nuovo paese attraverso uno dei tanti pacchetti turistici messi a disposizione dalle agenzie di viaggio. Quanti invece sognano di lanciarsi all’avventura, di scoprire angoli nuovi seguendo il proprio istinto e una buona guida a bordo di un fuoristrada o di una moto?
Per questo tipo di avventurieri, il giovane imprenditore russo Alex Burn ha sviluppato una nuova app: Burns Offroad, disponibile gratuitamente sull’Apple Store e Google Play.

L’applicazione permette di individuare i percorsi migliori, offre una navigazione offline gratuita per quelle zone più difficili da raggiungere e facilita la condivisione di commenti e recensioni tra gli utenti.
Attraverso la app, i viaggiatori potranno inoltre condividere gli itinerari e le foto scattate sui social network.
La selvaggia strada verso l’Ovest
Questo servizio ha già conquistato l’Europa dell’Est: qui, in un paio di mesi, oltre 15.000 persone hanno scaricato sul proprio smartphone questa app.
Ora il servizio si prepara a sbarcare in Nord America. E sarà solo l’inizio, ha garantito Alex Burn a Russia Beyond. “Vogliamo creare una comunità globale dove il maggior numero di persone possa condividere le avventure più belle”, ha detto.
A far decollare i download, secondo lo sviluppatore, sarebbe soprattutto la guida offline gratuita messa a disposizione dalla app: negli Stati Uniti, ad esempio, ci sono milioni di ciclisti e motociclisti, e altrettanti amanti dell’off road, che sognano di avventurarsi lungo tragitti alternativi e poco battuti a bordo di moto, jeep e fuoristrada.

“La maggior parte della gente si unisce ad altre comitive per perché non esiste una comunità globale che si scambi informazioni sui migliori percorsi off road. E questo è un bel problema per tutti gli appassionati – spiega Burn -. A parte vecchi forum e blog, non ci sono altri servizi che connettano le persone tra di loro. Noi vogliamo dare una svolta a questa situazione. La nostra app dovrà essere un must have per chi ama guidare ATV (veicoli per tutti i terreni), 4x4, moto e motoslitte”.
Ciò che conta non è l’arrivo, ma il viaggio
Prima di buttarsi a capofitto su questo nuovo progetto, Alex Burn ha lavorato come sviluppatore. Ha fondato la Burns Development, con sede a Londra, che elabora strategie di marketing per clienti di tutto il mondo. Negli anni ha progettato divese app e servizi web per varie aziende, ma la sua passione per gli ATV lo ha trascinato in questa nuova avventura.
“Mi sono appassionato di veicoli ATV nel 2013, quando ho intrapreso un viaggio attraverso la Russia, il Canada e altri paesi a bordo di un fuoristrada”, racconta Burn. Insieme a un gruppo di amici, Burn in quell’occasione ha percorso più di 10.000 km.
Dopo quell’esperienza ha deciso di creare la sua nuova app, con un investimento di un milione di dollari che lo ha portato a mettere in piedi un gruppo di sviluppatori, che hanno lavorato giorno e notte a questo progetto. La creazione di mappe di alta qualità, dice Burn, non è stata per niente facile. E a tal scopo ha da poco assunto un cartografo per migliorare la precisione di questa funzione.

“Inizialmente la gente era scettica, credeva che non ci fosse bisogno di un simile servizio, che si potesse fare tutto attraverso le informazioni presenti sui forum e nei blog. Ma io ero certo che gli appassionati di percorsi off road si sarebbero rivelati entusiasti!”.

Prima di lanciare la nuova app sul mercato degli Stati Uniti, le sue funzioni sono state testate su remoti percorsi della Russia. Nel 2018 Burns Offroad metterà a disposizione anche nuove funzioni per lo storytelling, per il Travel Diary e uno spazio dedicato agli organizzatori di tour estremi, chiamato Expeditions.
Burn vuole monetizzare questo progetto attraverso il geo-targeting che mostrerà agli utenti le stazioni di benzina, i bancomat e le autofficine più vicine.


Voglia di ferie? Le 7 destinazioni russe dove trascorrere le prossime vacanze 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

This website uses cookies. Click here to find out more.

Accept cookies