Arriva l’uccello bionico: in Russia creata una zampa artificiale per un falco ferito

SYGMA.Novosibirsk
Proprio come le persone, anche gli uccelli si infortunano. Di recente una femmina di falco ha perso una zampa dopo essere stata investita da un’auto. Ma una start up siberiana l’ha riportata alla vita di prima

Ogni anno migliaia di uccelli vengono uccisi o feriti dalle auto. Si è calcolato che ogni anno solo negli Stati Uniti 80 milioni di esemplari appartenenti a specie in via di estinzione vengono investiti e muoiono. Ma perché non volano via? Secondo una ricerca, il loro meccanismo cognitivo utilizzato per valutare il livello di pericolo non funziona correttamente quando una macchina avanza lentamente.
E questo è quello che è successo a una femmina di falco in Siberia. Fortunatamente l’animale è stato soccorso dal Centro per la riabilitazione degli uccelli selvatici. Il volatile, ribattezzato Grom (tuono, in russo) ha riportato diverse ferite ma è stato curato. L’animale però non era in grado di reggersi in piedi e di riprodursi.
Così il centro ha contattato Rosnano, la società finanziata dal governo russo specializzata in nanotecnologia, che si è messa a disposizione per fornire aiuto all’animale.

Lo sviluppatore siberiano di droni Optiplane ha misurato il falco per stabilire le caratteristiche tecniche della protesi e ha preparato le specifiche tecniche. Altre due società, poi, hanno realizzato una protesti 3D-Bimimplant e l’azienda GML AT, specializzata in stampe 3D, ha realizzato un arto artificiale.
Secondo Kirill Yakovchenko, capo di Optiplane, non si tratta di un incarico comune, ma gli sviluppatori hanno deciso ugualmente di portare a termine il lavoro utilizzando lo stesso metodo di approccio tecnologico seguito per la realizzazione dei droni.
“Il falco ora sta bene e stiamo costantemente monitorando le sue condizioni di salute”, ha detto Yakovchenko a Russia Beyond, aggiungendo che Optiplane prevede di lavorare in futuro per altri uccelli feriti.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

This website uses cookies. Click here to find out more.

Accept cookies