Voli aerei, la Russia adotta la tecnologia con riconoscimento facciale

Legion Media
La compagnia S7 vuole utilizzare questo sistema all’aeroporto Domodedovo di Mosca per migliorare i servizi offerti ai viaggiatori della business class

Le compagnie aeree di tutto il mondo stanno studiando i vantaggi della tecnologia di riconoscimento facciale. Un nuovo sistema che potrebbe accelerare le tempistiche degli imbarchi. La British Airways è stata la prima compagnia aerea ad aver implementato un sistema di imbarco biometrico esclusivamente bassato sul riconoscimento facciale del passeggeri. Un sistema inaugurato a gennaio nell’aeroporto di Los Angeles. Qualche settimana dopo l’aeroporto di Dubai ha fatto lo stesso. 

Ora la tecnica del futuro sbarca anche in Russia. La compagnia S7, che collega oltre 100 città in 30 Paesi del mondo in Europa, Asia e Medio oriente, ha annunciato di voler introdurre questa nuova tecnologia. Il concept, però, in questo caso è un po’ diverso. 

L’azienda russa vuole affidarsi al riconoscimento facciale per personalizzare i servizi offerti ai viaggiatori della business class. Ad esempio il riconoscimento facciale potrà essere utilizzato per identificare i passeggeri che stanno facendo un pisolino nella sala business lounge e il cui aereo sta per partire, evitando il rischio di svegliare un passeggero sbagliato per errore. Attraverso questo sistema sarà possibile avvertire i passeggeri dell’apertura del gate, senza la necessità di disturbare chi sta riposando e non deve salire su quell’aereo. 

Secondo Aleksandr Khanin, fondatore di VisionLab, questo sistema non verrà utilizzato solo per migliorare la sicurezza degli aeroporti, ma anche per offrire servizi più efficienti ai passeggeri. “Questi sistemi aiutano le aziende a migliorare l’esperienza dei clienti e ad aumentarne la fedeltà”, ha detto Khanin. I dati saranno raccolti solo previo consenso da parte dei passeggeri. 

VisionLab ha testato questo sistema in condizioni difficili, come in una sala poco illuminata. Inoltre non è necessario che la persona interessata guardi direttamente nella fotocamera per essere identificata. Secondo i fondatori di questa startup, il riconoscimento facciale è efficace al 90%.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond