La Russia vuole aprire un hotel di lusso sulla Stazione spaziale internazionale

NASA/Tracy Caldwell Dyson
Il progetto è in corso di valutazione e sarebbe ultimato solo nel 2022. I prezzi per il pernottamento, comprensibilmente, non sono bassi, ma il panorama dalla camera vale il costo del biglietto a/r

La compagnia spaziale russa RSC Energia, che produce missili balistici, veicoli spaziali e componenti della Stazione spaziale internazionale (ISS), ha proposto di costruire un nuovo modulo della Stazione spaziale internazionale per i turisti. L’agenzia spaziale russa (Roscosmos) ha confermato che il piano esiste e che attualmente è in fase di valutazione di fattibilità.
 
Secondo il progetto, l’hotel spaziale, pesante 20 tonnellate, ospiterebbe quattro posti letto di circa due metri cubi ciascuno e due stazioni “igieniche e mediche” dello stesso volume. Ogni stanza privata avrebbe anche un oblò dal diametro di 2,28 metri, mentre l’area lounge del modulo avrebbe una finestra gigante di 4,26 metri.
 
Il costo di un biglietto a/r per lo spazio sarà di 40 milioni di dollari (33,14 milioni di euro). Per questo prezzo, un turista potrà trascorrere una o due settimane a bordo della Stazione Internazionale. Al costo aggiuntivo di 20 milioni di dollari (16,57 milioni di euro), il viaggiatore cosmico potrà fare una passeggiata spaziale in compagnia di cosmonauti professionisti, e c’è anche la possibilità di prolungare il soggiorno sulla Stazione fino a un massimo di un mese.
 
Per quale motivo la Russia ha bisogno di un simile hotel di lusso? Il turismo spaziale sta guadagnando popolarità e diventa sempre più concretamente uno dei modi per generare profitto per l’industria spaziale, che è incredibilmente costosa. E poi la Russia utilizza solo il 30% del suo segmento della stazione spaziale.
 
“Vale la pena espandere il segmento russo e sostituirlo,” aveva detto Vladimir Solntsev, capo di RSC Energia all’inizio del 2017. “I nostri moduli ISS hanno 20-25 anni e hanno esaurito le loro risorse. Usarli per esperimenti e lavori seri sta diventando meno efficiente. Perché non trasformarli in un hotel spaziale per il turismo spaziale?”
 
Sembra che, invece di trasformare i vecchi segmenti, l’agenzia spaziale russa abbia deciso di costruirne di nuovi. Il costo del modulo turistico proposto è stimato tra i 279 e i 446 milioni di dollari (231-370 milioni di euro). Per ammortare il costo iniziale, RSC Energia vorrebbe almeno 12 prenotazioni, con i passeggeri che pagherebbero un anticipo di circa 4 milioni di dollari (3,3 milioni di euro), che sarebbero usati dall’azienda per lo sviluppo del modulo.
 
Secondo RSC Energia, la costruzione di un modulo di questo tipo richiederebbe almeno cinque anni, quindi non sarebbe in orbita prima del 2022. Ma la data di scadenza annunciata per la ISS è il 2028. Quindi costruire l’hotel per soli sei anni? O il nuovo progetto spaziale russo significa che la vita della stazione spaziale potrebbe essere estesa? “I dettagli saranno presto annunciati”, ha detto a Russia Beyond il rappresentante dell’Agenzia spaziale russa.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie