Una nuova missione spaziale giocherà a nascondino con la Terra

Li Ming/Global Look Press
Compito del cosmonauta russo Anton Shkaplerov provare a nascondersi agli occhi del Centro di comando. In realtà, l’obiettivo finale dell’esperimento “Vizir” è quello opposto: testare la tracciabilità continua degli astronauti, per ritrovarli in caso di problemi

Il 17 dicembre, una nuova missione spaziale sarà lanciata in orbita sulla sonda russa Soyuz MS-07. L’equipaggio comprende l’americano Scott Tingle della Nasa, il russo Anton Shkaplerov di Roskosmos e il giapponese Norishige Kanai della Japan Aerospace Exploration Agency.

I membri dell’equipaggio continueranno gli esperimenti attualmente in corso a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ma il russo Anton Shkaplerov ha anche un compito molto speciale e divertente: giocare a nascondino con la Terra. Indosserà un sensore speciale che permetterà al Centro di controllo della missione di cercarlo nelle diverse posizioni della stazione.

Shkaplerov dovrà nascondersi dal resto dell’umanità come parte di un esperimento chiamato “Vizir”, che mira a testare il sistema di tracciamento per i cosmonauti. Il sistema verrà utilizzato in caso di situazioni di pericolo, inclusi gli incendi a bordo. 

“La nostra stazione è una grande casa spaziale di 110 per 70 metri”, ha detto Shkaplerov. “In caso di emergenza, il cosmonauta può essere bloccato ovunque, e la sua vita potrebbe essere in pericolo. Per assicurarci che ciò non accada, conduciamo l’esperimento ‘Vizir’, in modo che le persone sulla Terra che gestiscono il volo siano in grado di determinare la posizione del cosmonauta in qualsiasi momento”. 

Quattro ricevitori del segnale proveniente dal sensore saranno in funzione sul modulo russo Zvezda (“Stella”), coprendo tutti i sistemi di supporto vitale della stazione. Trasmetteranno informazioni sulla posizione di Skaplerov al Centro di controllo della missione. In futuro, gli scienziati prevedono di installare trasmettitori simili su tutti i moduli della Stazione Spaziale Internazionale.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale