Accadde oggi: 60 anni fa la cagnolina Laika volava nello spazio

RIA Novosti
Fu il primo essere vivente a essere lanciato nello spazio. Ma non fece mai rientro sulla Terra

Spianò la strada ai voli nello spazio per gli esseri viventi. E venne sacrificata in nome della scienza. Laika, la cagnolina meticcia che segnò la storia alla stregua dei grandi astronauti, venne lanciata in orbita il 3 novembre 1957 dal cosmodromo di Bajkonur, in Kazakhstan, a bordo della capsula spaziale sovietica Sputnik 2. Fu il primo organismo evoluto a volare tra le stelle.
Purtroppo la capsula, attrezzata di cibo e acqua, non era stata progettata per il rientro sulla Terra e la cagnolina Laika morì nello spazio. Secondo alcune versioni, sopravvisse per circa dieci giorni, altri studi sostengono invece che morì poche ore dopo l’entrata in orbita.
La morte di Laika scatenò dure polemiche sull’utilizzo di animali a scopi scientifici. Ma spianò la strada verso la conquista dello spazio.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale