Dalla Russia la battaglia a colpi di selfie

Selfie Battle
Una nuova app consente di organizzare gare tra amici e sconosciuti, per eleggere l’autoscatto migliore. Le foto possono essere completate anche da emoticon e adesivi con i volti dei politici

Tenetevi pronti: la guerra dei selfie sta per cominciare! Un’impresa con sede a Mosca ha appena lanciato negli Stati Uniti una app che consente ai fanatici dei selfie di “gareggiare” con amici e sconosciuti a colpi di autoscatti in tempo reale. Gli utenti possono aggiungere alle proprie foto anche adesivi ed emoticon divertenti, con i volti di Trump, Putin e del leader nordcoreano Kim Jong-un.

Gli utenti non dovranno far altro che pubblicare un selfie in tempo reale e l’applicazione in automatico confronterà l’immagine con quattro selfie, selezionati a caso, pubblicati da altri utenti. A partire da questo momento gli utenti avranno a disposizione 40 secondi per dare un giudizio alle immagini, dalla peggiore alla migliore.

“Non è possibile caricare dal proprio telefono un’immagine vecchia”, spiega Andrej Gunin, co-fondatore della app “Battaglia di selfie”. “Inoltre non è consentito utilizzare photoshop e nemmeno modificare il volto. Si possono vedere le persone solo come sono nella realtà”.

In Russia questa app è già diventata molto popolare, grazie anche al contributo offerto da alcune celebrità. E dopo il successo ottenuto in patria, gli sviluppatori hanno deciso di lanciarsi alla conquista del mercato americano. L’obiettivo è ovviamente quello di espandersi anche in altri mercati del mondo.

Quasi tutti i selfie pubblicati sui social network hanno una storia alle spalle. “Guardami, sono in spiaggia” o “Sono in viaggio verso un Paese esotico”. “Attraverso ‘Battaglia di selfie’ ci si può liberare del tratto narcisista presente in ognuno di noi”, commenta Daniil Velichko, co-fondatore della app. “Con questa app viene ridefinito il concetto stesso del selfie, che si trasforma così in pura competizione o gioco”.

Secondo gli sviluppatori di questa app, “Battaglia di selfie” non fa altro che mettere insieme le funzioni di Instagram, Facebook, Tinder, Snapchat e di altri giochi online.

La app offre infatti anche incontri romantici e altri vantaggi dei social network. Si possono scegliere gli utenti da seguire ed è possibile avviare una conversazione, commentare o organizzare una “battaglia di selfie” tra amici.

La app è disponibile per iOS, mentre la versione Android sarà lanciata il prossimo anno.

Ma cosa c’entra Trump con tutto questo? Secondo Velichko, per la maggior parte delle persone le battaglie di selfie non sono altro che un modo per ammazzare il tempo: la gente gioca in autobus, in metro, in mezzo al traffico e così via. “I nostri utenti sono persone davvero creative e sono sempre alla ricerca di una posizione nuova e di un’immagine di fondo originale per i propri selfie. Per questo abbiamo deciso di aggiungere adesivi ed emoticon per rendere il gioco ancor più divertente”. 

La app consente inoltre di aggiungere adesivi anche sulle foto di altre persone, anche di coloro che non si conoscono. Gli utenti possono comunque cancellare le foto o gli adesivi nel caso in cui non gli piacciano.

“All’inizio avevamo il timore che venissero eliminati molti contenuti. Ma non è mai accaduto”, dice Velichko.

Tra gli adesivi più popolari e utilizzati c’è quello di Donald Trump, che viene affiancato a Putin, per creare un effetto comico.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale